(getty images)

L’amministratore delegato del Parma, Pietro Leonardi nel corso della festa di Natale del Parma è ritornato sull’arbitraggio di Lazio-Parma: “Per la gara di Roma non sono amareggiato, ma non mi piace essere preso in giro. La sudditanza? Non è tanto arbitrale ma a livello mediatico nazionale televisivo, dove non si fanno mai vedere i torti subiti dalle piccole. Ormai funziona così: se c’è un torto per una piccola non viene mostrato, se c’è per una grande viene mostrato decine di volte. Questo influenza gli arbitri. Ci vuole rispetto per chi lavora, per la nostra squadra, che deve sapere comunque che quando si vince o si perde non è per colpa o merito degli arbitri. A Roma poi con un po’ di fortuna in più nonostante tutto saremmo riusciti anche a raddrizzare la gara”.

L’ad gialloblu parla anche dello stadio “Tardini”: Serve la legge sugli stadi, incontri con le istituzioni, ma in questi anni il Parma ha lavorato sullo stadio per migliorarlo. E in Italia si vede di meglio ma si vede di gran lunga anche di peggio. Dopo aver costruito la casa del Parma a Collecchio il nostro sogno è costruire la casa dei tifosi”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.