MALAGÒ – Il presidente del Coni Malagò è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, per parlare della questione stadi di nuova generazione e non solo. 

STADI NUOVI – “Si devono fare stadi nuovi, di nuova generazione. Tutto il resto non compete a me, gli aspetti urbanistici, di carico di traffico, piani di zona, destinazioni del piano regolatore e altro. Non è possibile che ogni volta ci sia un’Italia spaccata a metà. Si deve prendere una decisione perché chi investe non può rischiare che si sia dovuto aspettare 1, 2, 5, 10 o 20 anni per inaugurare l’impianto. Per questo credo che nel calcio la candidatura per l’Europeo 2028 è la madre di tutte le battaglie. Io sono ottimista di natura, ma questo non c’entra niente con lo stadio della Roma. Non sarebbe giusto fermare il progetto dopo molti anni e parecchi investimenti della società. Ma questo lo direi anche se domani mattina dovesse partire l’iter per lo stadio della Lazio, di cui sono un super sostenitore, così come di quello del Milan, dell’Inter, così come a Firenze, Bologna, Cagliari, Verona, Genova, Bari”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.