NOTIZIE LAZIO – Qualche ora dopo mister Stefano Pioli , anche il tecnico blucerchiato Sinisa Mihajlovic ha preso parola in conferenza stampa per presentare il match delicato di domani sera a ‘Marassi’, accompagnato da Angelo Palombo e Pedro Obiang. Ecco le loro parole, riportate da ‘sampdorianews.net’.

MIHAJLOVIC IN CONFERENZA STAMPA

“Siamo al conto alla rovescia, ci mancano tre finali. Dato che Inter e Genoa non mollano, non possiamo permetterci di fare conti. Contano molto le motivazioni, non solo i valori, e da questo punto di vista la Lazio è l’avversario peggiore. Dobbiamo dare tutto, dobbiamo dare il massimo se vogliamo vincere, ma sono fiducioso, perchè giochiamo in casa nostra, dove abbiamo perso solo una volta. Loro hanno esterni forti nell’uno contro uno, e centrocampisti con il senso del gol, ma sono fiducioso, questa Samp può giocarsela con chiunque. Questa non è una partita qualunque, è la partita dell’anno, spero che domani lo stadio sia pieno e che i tifosi facciano sentire il peso di Marassi. Voglio una bolgia, voglio che ci sostengano, poi, a fine partita, se non saranno contenti potranno fischiare. Ma durante la partita questi ragazzi meritano di essere sostenuti per tutto quello che hanno fatto.”

Su Eto’o.
“In settimana ha risposto bene, come tutta la squadra. Il nostro non era un problema fisico, ma stanchezza mentale. Prima di Udine ho chiesto i gol dei nostri attaccanti, invece hanno segnato quasi tutti i centrocampisti…. Abbiamo bisogno dei nostri attaccanti, ma abbiamo bisogno di tutti, perchè con tutti possiamo vincere questa partita, anche chi entra a gara in corso.”

“A questo punto della stagione i giocatori sono cotti, non fisicamente ma mentalmente. Sicuramente non gli fa male una pausa. Se quando giocavo avessi avuto un allenatore che mi dava qualche giorno ogni pausa ogni tanto sarei stato contento. Stiamo lavorando molto, ho chiesto tanto ai miei giocatori durante l’anno, e loro mi hanno dato tanto”.

Sull’opportunità di dare più spazio a Duncan e Acquah.
“Prima di Udine ero convinto che i ragazzi che sarebbero subentrati non avrebbero fatto sentire la mancanza dei titolari. E’ anche per quello che siamo qua dove siamo, abbiamo preparato la torta, ora manca solo la ciliegina.”

“Quando incontro la Lazio per me è sempre un’emozione, ma domani per 95′ non avrò nè amici nè ricordi. Da quando sono alla Samp il mio bilancio è negativo, spero di rifarmi domani.”

“Entrambe le squadre hanno valori e motivazioni, deciderà la gara chi arriva al meglio, più libero di testa, chi ha più voglia di vincere, più fame. In casa nostra abbiamo perso solo contro la Juve, finalista di Champions. Sappiamo che loro sono forti, e dovremo fare di più rispetto a Udine. Domani avremo meno occasioni, ma dovremo sfruttarle al meglio.”

“Giocare dopo l’Inter? Se vincono loro può essere uno svantaggio… Non dobbiamo fare calcoli, dipende soltanto da noi. Non faccio caso a queste cose, indipendentemente dagli altri risultati dobbiamo pensare solo a noi stessi, consapevoli che se giochiamo come sappiamo potremo batterli.”

PALOMBO IN CONFERENZA STAMPA

Chi vi ha avvisati del cambio di programma?
“Stamattina? Mi hanno svegliato i gabbiani… Ci è stato comunicato dalla Società dell’allenamento cancellato.”

“Avere un obiettivo come quello che stiamo perseguendo, come squadra e come Società, era impensabile un anno fa. La gara d’andata è passato, per noi la partita di domani vale per il presente e per il futuro.”

OBIANG IN CONFERENZA STAMPA

“Rispetto all’andata sono cambiate tante cose, loro si giocano la Champions, noi l’Europa, ci sarà un’intensità diversa.”

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.