OCCHIO AL FISCHIETTO- Domenica 19 gennaio, nel ‘lunch match’ delle 12.30, scenderanno in campo allo stadio ‘Friuli’ Udinese e Lazio nella prima giornata di ritorno del campionato di serie A; arbitro della contesa sarà Gianluca Rocchi della sezione di Firenze. Il bilancio della formazione biancoceleste con il fischietto toscano è in negativo: 10 sconfitte, 7 vittorie 6 pareggi (20 match in campionato, uno in Supercoppa e 2 in Coppa Italia). In questa stagione Rocchi ha diretto la Lazio in due occasioni, entrambe finite senza gol e senza soddisfazioni per la Lazio: si tratta delle disfatta in Supercoppa Italiana contro la Juve del 18 agosto (0-4) e del derby del 22 settembre perso contro la Roma per 2-0 (che è quindi l’ultimo precedente della Lazio con il fischietto toscano), che per Rocchi però non è stato il primo. Altre tre stracittadine sono state dirette dall’arbitro 40enne: due sconfitte e una vittoria, quella storica dell’11 novembre 2012, il derby di Gabbo portato a casa dai biancocelesti grazie ai gol di Candreva, Klose e Mauri. Rocchi è stato inoltre l’arbitro di quel Lecce-Lazio del 22 maggio 2011 incriminato nel processo calcioscommesse, match che è costato la condanna a Stefano Mauri. In ben 16 occasioni (su 22 partite totali, la Supercoppa era in campo neutro) in cui il direttore di gara che ha esordito in serie A nel 2004la Lazio era lontana dalle mura amiche e in sole sei partite i biancocelesti giocavano all’Olimpico. Inoltre Gianluca Rocchi nei match con le Aquile ha estratto 4 volte il cartellino rosso ai danni di un giocatore della Laziodue sono i rigori fischiati in favore dei capitolini, due quelli fischiati contro. In negativo anche la differenza reti: 30 sono le reti messe a segno, 37 quelle subite.

Francesco Iucca

TWITTER: @francescoiucca

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.