PAGELLE EMPOLI-LAZIO – Undicesima giornata del campionato di Serie A. La LAZIO gioca ad EMPOLI, ma esce sconfitta dal Castellani: colpevole la prestazione poco brillante nel primo tempo e il calo fisico nella ripresa.

BERISHA 5,5. Incolpevole sui due gol degli avversari, leggermente meno deciso nelle uscite rispetto al passato.

CAVANDA 5. Poco preciso negli anticipi, rischia la doppia ammonizione in più occasioni. Colpevole insieme a Ciani sul gol di Barba. Cala in maniera vertiginosa nella ripresa.

DE VRIJ 5,5. Non è in giornata. Risente del momento no della squadra. E’ in crescita, ma deve ancora fare tanta esperienza prima di diventare un riferimento della difesa biancoceleste.

CIANI 5. Si dimostra insicuro, poco ordinato. Qualche sbavatura di troppo, soprattutto sul gol di Barba.

BRAAFHEID 5,5. Meno brillante rispetto alle gare precedenti. Non incide (dal 13’st KLOSE 5. Non riesce a dare una mano alla squadra come potrebbe, da lui ci si aspetta il tocco vincente che però non arriva)

BIGLIA 6. E’ su tutti i palloni. Aggressivo nel pressing, preciso nella costruzione del gioco. Cala di ritmo nella ripresa e la squadra ne risente.

PAROLO 5,5. Tanta corsa, ma poca concretezza (dal 32’st FELIPE ANDERSON 6. Entra e cambia marcia alla Lazio. Dalle sue parti arrivano le occasioni che avvicinano la Lazio al pareggio)

LULIC 6. Più attivo del solito, cerca sempre soluzioni nuove e fa un buon lavoro. Ma non basta per vincere.

CANDREVA 6. Sempre attivo, sempre in movimento. Macina chilometri su chilometri, dalle sue parti arrivano alcune delle occasioni più pericolose della Lazio e l’assist per il gol del 2-1 di Djordjevic.

MAURI 5,5. Non entra in partita. Costretto al cambio a fine primo tempo per un problema muscolare (dal 42’pt EDERSON 5. Ancora fuori forma, lento e impreciso. Entra in campo, ma è evidente il suo ritardo di condizione)

DJORDJEVIC 6,5. Migliore in campo. Tanto movimento, tante conclusioni. Si fa trovare sempre in area, pronto al gol che arriva nella ripresa grazie ad uno spettacolare colpo di testa. Sfiora la doppietta (e il pareggio della Lazio) con un tiro ravvicinato sul quale fa il miracolo Sepe (con l’arbitro che gli fischia un fuorigioco inesistente). Preziosissimo.

PIOLI 5,5. Discutibile la decisione di far entrare Ederson, visibilmente in difficoltà di condizione. Prova la carta Klose quando la Lazio sta sotto di due gol, ma la squadra sembra più stanca del previsto. Sfuma l’occasione di agganciare (anche se solo per qualche ora) la Roma di Garcia.

P.N.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.