Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO BRESCIA GASTALDELLO ESCLUSIVA – Al rientro dalle vacanze natalizie, la Lazio sarà ospite del Brescia nel lunch match di domenica 5 gennaio. In esclusiva ai microfoni di Lazionews.eu, il difensore delle “Rondinelle” Daniele Gastaldello ha parlato dei biancocelesti e della sfida che li aspetta: “Penso che la parola paura nel calcio sia una parola sbagliata. Bisogna avere rispetto della Lazio, è una grandissima squadra e lo ha dimostrato anche in Supercoppa e in tutto il girone d’andata. È una squadra che non molla mai. Noi dobbiamo entrare in campo e fare la nostra partita. Speriamo che abbiamo esagerato nei festeggiamenti. Se fanno una partita dove non sbagliano niente, per noi diventa difficile”.

Esclusiva Gastaldello a Lazionews.eu

Oltre al gruppo che è stato promosso dalla Serie B, in estate sono arrivati calciatori come Balotelli e Romulo. Ti aspettavi qualche punto in più a questo punto del campionato?
“Forse si. Sono convinto che questa sia una squadra forte che si può salvare tranquillamente. Al gruppo storico si sono aggiunti giocatori di livello con esperienza in Serie A, è un giusto mix. Ma non possiamo prescindere da un calciatore o dall’altro. Dobbiamo entrare in campo e giocare a 200 all’ora, non possiamo pensare a far calcoli o a gestire”.

Durante l’allenamento, Corini ha puntato molto sulla qualità. Può essere un’arma per affrontare la Lazio?
“Io reputo questa squadra molto forte. Quello che ha fatto vedere in questi primi sei mesi non era facile con tanti giocatori al loro primo anno di A. Da qualcuno sono stato stupito anche io. Per questo dico che siamo forti e possiamo ancora migliorare tanto. I giovani devono avere la voglia e la fame di migliorarsi tutti i giorni. La qualità c’è, ma nel calcio di oggi non basta mai”.

Nello spogliatoio adesso c’è Romulo che, fino a qualche mese, era alla Lazio. Potrà darvi qualche consiglio per preparare la partita?
“I consigli bisogna darli a prescindere dalla squadra in cui si è giocato. Romulo è un giocatore di esperienza ed è giusto che dia dei consigli per far crescere i nostri giovani. Come sto facendo io con ragazzi come Cistana. Bisogna avere l’intelligenza anche di capire che noi non siamo importanti solo in campo, ma anche fuori”.

Contratto in scadenza, Gastaldello pensa anche al futuro?
“Mi sto divertendo. Non è facile dopo una carriera intera non giocare e guardare gli altri. Il mio obiettivo è che la squadra si salvi. Poi a fine stagione parleremo col presidente e vedremo. Non ho obblighi, valuteremo quello che è meglio per me”.

Intervista a cura di Marco Barbaliscia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.