CALCIOMERCATO

Galles, Page: “L’Italia è fortissima, ma noi daremo tutto per il Galles”

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti

ITALIA GALLES CONFERENZA STAMPA PAGE – Alla vigilia della sfida agli azzurri di Roberto Mancini, il ct del Galles, Rob Page, è intervenuto in conferenza stampa per rispondere alle domande dei cronisti. Queste le parole del tecnico gallese.

Le parole di Page in conferenza stampa

“Domani sarà una grande sfida. L’Italia è molto in forma, abbiamo visto entrambe le gare giocate. Ci ha impressionati come lavorano, giocheranno così anche con noi e se lo faranno avremo lo stesso risultato. Quindi dovremo dare tutto per vincere, se vogliamo arrivare primi. Vogliamo arrivare primi, non vogliamo pensare neanche di arrivare secondi”.

Sulla formazione

“Ci siamo trovati in questa situazione già nel 2016 quando ci sono mancati giocatori importanti. L’Italia è fortissima, attacca in 7 e difende in 3. Servirà scegliere una squadra che potrà vincere la partita”.

Aaron Ramsey

“Sarà speciale per lui, non vede l’ora di giocare. Ha giocato benissimo. E’ uno dei giocatori di cui sono molto orgoglioso: per come gioca, per i suoi cambi di gioco, per come difende vicino alla nostra area. Alla Juventus non ha giocato quanto ha voluto ma sta arrivando a un momento di forma che per noi è importante”.

Sulla possibilità di arrivare primi nel girone

“Ci vorrà un impegno grandissimo per arrivare prima dell’Italia. L’ambiente nello spogliatoio è ottimo, arrivare a 4 punti è già stato un successo. La Svizzera è forte, siamo andati sotto, poi abbiamo pareggiato. Contro la Turchia potevamo fare anche 4-5 gol, siamo contenti di avere 4 punti e non rimpiango nulla. Giocherà una squadra che darà tutto per il Galles“.

Sull’Italia

“Vent’anni fa ci ho giocato ma è passato tanto tempo. I loro sostituti sono di grande qualità, sarà una grande sfida dove dovremo curare i dettagli”.

Sul portiere Ward

“Difficile scegliere tra lui ed Hennessey. Danny è stato eccellente e ha migliorato la possibilità ma sa che non può rilassarsi. Wayne è pronto a prendergli il posto, è una competizione salutare, fanno parte dei giocatori di cui sono orgoglioso”.

Sulle parole di Mancini

“Non ho visto cosa ha detto di noi ma sono concentrato su cosa possiamo fare e sui 26 ragazzi che ho portato qui”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI