ALLIEVI NAZIONALI. Goleada in amichevole per i ragazzi di Inzaghi

Pubblicato 
domenica, 02/09/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 3 minuti

ASCOLI-LAZIO 0-6

LAZIO (primo tempo) 4-3-3: Guerrieri, Perocchi, Mattia, Ferrara, Costalunga, Condemi, Murgia, De Dominicis, Palombi, Steri, Fiore. (secondo tempo) 4-3-3: Guerrieri (Riccioni), Pingitore, Verdicchio, Bonacini, Ruggiero, Tentoni, Gattamelata, Sterpone, Guillelmo (Capuano), Maciucca, Milani. All.: Inzaghi.

La stagione 2012-2013 è ormai alle porte e gli Allievi Nazionali biancocelesti si stanno preparando ad affrontare questo nuovo, impegnativo, campionato con la giusta voglia di riscatto dopo il finale amaro dell’annata passata. Proprio in vista del primo impegno ufficiale previsto per la prossima domenica, i ragazzi classe 96 si sono confrontati ad Amatrice con gli Allievi dell’Ascoli in un’amichevole che è l’anticipo dell’incontro che aprirà la nuova stagione. Mister Simone Inzaghi, subentrato in estate all’ex tecnico Bianchi, sta cercando di varare la Lazio migliore e per farlo nel corso del ritiro ha sperimentato diverse soluzioni, passando da un 4-4-2 a un 4-3-3, modulo, quest’ultimo, proposto anche in terra marchigiana. Tra i pali ha agito Guerrieri mentre la difesa a quattro era composta da Perocchi, Mattia, Ferrara (arrivato in estate dalla Roma) e Costalunga (che ieri ha preso il posto dell’infortunato ); a centrocampo, sulla destra è stato proposto Condemi (arrivato anche lui dalla società giallorossa) con Murgia al centro e De Dominicis sulla sinistra; i tre di attacco erano invece Palombi e Steri a supporto della punta centrale Fiore. I biancocelesti partono bene e dopo solo tre minuti trovano il gol del vantaggio: Condemi batte un calcio d’angolo e trova in area Murgia, che si inserisce bene e di testa batte il portiere avversario. Poco dopo è Perocchi a concludere una bella azione personale dalla destra con un cross perfetto per De Dominicis, che però da due passi trova la parata dell’estremo difensore marchigiano. Attorno al quarto d’ora è invece Fiore a servire con un passaggio filtrante Palombi, che si inserisce bene e calcia di potenza, ma ancora una volta il portiere avversario non si fa trovare impreparato. Il raddoppio biancoceleste, tuttavia, arriva poco prima dello scadere del primo tempo, quando Perocchi si invola sulla destra e dal fondo mette in area un cross invitante per Palombi che non si lascia sfuggire l’occasione per insaccare e portare i suoi sul due a zero.

Nella ripresa mister Inzaghi cambia tutti i suoi giocatori, eccezion fatta per Guerrieri, che viene sostituito da Riccioni solo a metà secondo tempo. In difesa vengono schierati Pingitore, Bonacini, il 97 Veridcchio e Ruggiero, adattato a terzino, peraltro con ottimi risultati, a causa della defezione di Fè; a centrocampo vengono inseriti Tentoni, Gattamelata e Sterpone, mentre in attacco agiscono Guillelmo, Maciuccia e Milani. Anche la seconda formazione schierata dal tecnico biancoceleste parte alla grande: al 10’ Guillelmo riceve in profondità il lancio di Tentoni e a sua volta serve in orizzontale Maciucca, che da sinistra spedisce la sfera in rete di potenza. La Lazio continua ad attaccare e dopo un quarto d’ora trova il poker: è sempre Guillelmo a crossare da destra per Maciucca, che stavolta gonfia la rete con un perentorio colpo di testa. Passano pochi minuti e i biancocelesti vanno ancora in gol: Tentoni dalla trequarti mette in area un pallone invitante per Milani, che aggancia la sfera e con un destro potente sigla la rete del cinque a zero. Non finisce qui perché attorno al 40’ la Lazio dilaga: lo specialista Pingitore si incarica di battere una rimessa laterale e serve in area Milani, che fa da sponda per l’accorrente Sterpone, che da due passi batte il portiere avversario. Al triplice fischio i biancocelesti possono dirsi soddisfatti per il risultato ottenuto, anche se il limitato tasso tecnico della squadra ascolana non può aiutare a fornire le giuste misure di questa vittoria. Quel che appare invece chiaro è che a disposizione di Inzaghi c’è una rosa più che competitiva, che se verrà messa in campo con il giusto equilibrio potrà togliersi molte soddisfazioni nel campionato che sta per iniziare.

Linda Borgioni

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram