Il doppio ex Siviglia: "La Lazio è in una fase di cambiamento"

Pubblicato 
sabato, 22/01/2022
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO INTERVISTA SIVIGLIA- Manca sempre meno a Lazio-Atalanta, in una intervista a Footballnews24 ha parlato il doppio ex Sebastiano Siviglia, che ha analizzato entrambe le squadre. Il difensore calabrese ha disputato 158 partite in biancoceleste, segnando dieci goal. Ma prima di giocare nella Lazio, ha militato anche nella compagine bergamasca, dunque conosce bene entrambi gli ambienti.

Le considerazioni di Siviglia sulla Dea

"La Dea non so quanto possa crescere ancora in questi anni è diventata una solida realtà a cui tutti guardano con grande stima".

Sarri e la fase di cambiamento

"La Lazio è in una fase di cambiamento. C’è stato l’arrivo di Sarri in panchina dopo tanti anni di Inzaghi e ci sono tanti aspetti che vanno risistemati. La squadra e il mister hanno davanti a loro un percorso non semplice, ma hanno tutte le capacità per venirne fuori. Gli anni con Inzaghi sono stati importanti e quando cambi un allenatore rivoluzioni anche i principi di gioco e l’assetto tattico. I giocatori si adatteranno al gioco di Sarri, però ci vuole tempo, ed è normale che in questo momento si assista a prestazioni altalenanti. La società ha fatto una scelta ben precisa prendendo Sarri, quindi credo che le difficoltà fossero già preventivate e contemplate nella mente di Lotito Tare, ma pure dell’allenatore. Sarri comunque è stato chiaro e ha indicato alla società i giocatori più adatti alla sua filosofia di gioco”.

Luis Alberto e le richieste del mister

" Luis Alberto ha grandi caratteristiche dal punto di vista tecnico, è ovvio che poi, però, debba venire incontro alle richieste del mister. Quello che sono le sue caratteristiche non si sposano appieno con i principi di Sarri, però è giusto trovare un compromesso e lavorare duramente per rendere al meglio. Io credo che Luis Alberto e il mister stiano lavorando in questa direzione. Lo spagnolo non è sicuramente il giocatore visto sotto la gestione Inzaghi, ma penso che possa tornare presto ad esserlo. Deve metterci un pizzico di determinazione in più, ma quando hai delle qualità così importanti prima o poi vengono fuori. A fine anno poi si tireranno le somme e, se il giocatore non sarà contento di quelle che sono state le scelte dell’allenatore, allora si potrà decidere insieme per il futuro. Fino ad allora, però, Luis Alberto deve provare fino all’ultimo a entrare maggiormente nell’ottica del gioco di Sarri“.

LEGGI ANCHE--> Monelli: “Sarri porterà la Lazio in alto”

, , , , , , , , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram