lazionews-lazio-inter-allenatore-inter-antonio-conte
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO INTER CONTE – Dopo due vittorie consecutive l’Inter di Antonio Conte ottiene il primo pareggio stagionale in casa della Lazio per 1-1. Proprio il tecnico nerazzurro ha parlato nel post partita ai microfoni di DAZN, Sky e in conferenza stampa.

Conte sulla partita

“Abbiamo preso gol nel momento migliore, stavamo dominando la partita. Bisognava chiuderla prima. Ci hanno fatto gol con una loro tipica azione. Il pareggio ci ha tolto delle certezze, ma poi abbiamo ripreso a macinare gioco cercando un’altra rete. Abbiamo avuto occasione clamorose, palo incluso. C’è soddisfazione per aver giocato con personalità all’Olimpico con la Lazio. Questo è il calcio. Ho fatto il calciatore, da parte dei miei c’è stata tanta voglia. Sono dispiaciuti perché abbiamo assaporato i tre punti. Ma il risultato è buono, l’anno scorso gli abbiamo lasciato tre punti e dato forza e motivazione. Siamo sulla strada giusta, nella scorsa stagione ci hanno creato problemi loro. Quest’anno ne abbiamo creati noi a loro”.

Su Barella e Perisic

“Sono molto contento di Perisic. E’ un calciatore che sull’esterno in fase offensiva crea diverse occasioni. Oggi ha fatto un assist, bisogna lavorare ancora ma è normale. In fase difensiva deve migliorare, ma sono contento della sua applicazione e voglia. Mi sta sorprendendo in positivo e queste partite aumentano l’esperienza. Barella ha già fatto questo ruolo, li mi da qualità e profondità. Aiuta i centrali in difesa, ma sto abituando tutti i centrocampisti a giocare in ogni ruolo.

Sulla stagione che verrà

“Ci aspetta una stagione dura e stancante, c’è bisogno di essere duttili. Sono contento delle risposte dei ragazzi. Quando cambi togli certezze alla squadra, dai improvvisazione e può succedere di tutto. Quando cambi sistema di gioco lo fai per necessità, sennò è meglio dare continuità. Sanchez è utile, Lukaku e Lautaro sono i titolari. Siamo giusti e coperti in attacco. Alexis è meno goleador ma fa assist e ha qualità”.

Il match contro la Lazio

“Nel nostro momento migliore, quando ci siamo abbassati, abbiamo subito gol con un’azione tipica della Lazio. Dopo l’1 a 1 siamo tornati a giocare, potevamo essere più fortunati, ma sono contento della prestazione della squadra che ha giocato con personalità e ha creato occasioni contro un team che ci ha fatto soffrire l’anno scorso. Ora continuiamo a lavorare”.

Sanchez con Lautaro

“E’ capitato l’anno scorso che giocassero insieme e capiterà anche in questa stagione. Con i tanti impegni dobbiamo usufruire delle rotazioni. Ci alleniamo per questo. Lautaro e Lukaku sono più realizzatori di Sanchez che è più assist man, però è un’attaccante e quindi gli chiedo comunque di fare gol”.

Il ruolo di Perisic

“L’idea è di rendere tutti protagonisti. Perisic ha grande voglia e determinazione, è molto disponibile. L’assist per il gol di Lautaro lo ha fatto lui. Insieme ad Hakimi sta migliorando in fase difensiva. Young invece, avendo lavorato con me già sei mesi, è molto affidabile. Vogliamo fare un calcio propositivo. Ivan sta facendo bene e la titolarità nelle ultime partite vuol dire che ho fiducia in lui”.

Il mercato

“Non mi esprimo sul mercato, io mi confronto con i dirigenti, poi sono loro che parlano”.

La prestazione della squadra

“Per vincere bisogna far gol e sfruttare le occasioni che si creano. A volte creiamo situazioni importanti, a volte siamo più freddi rispetto ad altre situazioni. C’è stata una buonissima prestazione con la Lazio che l’anno scorso ci ha fatto soffrire sia all’andata che al ritorno. Giocare con questa voglia e determinazione è un aspetto positivo che deve darci entusiasmo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.