Sarri: “Contento per Luis Alberto. Spero che Cataldi…”

Pubblicato 
venerdì, 26/08/2022
Di
Daniele Izzo
lazionewseu-lazio-inter-sarri-intervista-seriea-2022
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO INTER SARRI –Lazio e Inter hanno chiuso la seconda giornata di campionato sul risultato di 3-1. Intervistato nel dopo partita da DAZN e dalla radio ufficiale biancoceleste, Maurizio Sarri ha parlato in questi termini della splendida partita dell’Olimpico.

LEGGI ANCHE: Lazio - Inter, le pagelle di Paolo Cericola
LEGGI ANCHE: Lazio - Inter, le parole di Pedro al 90'
LEGGI ANCHE: Felipe Anderson esulta dopo Lazio - Inter: le sue parole

Lazio – Inter, parola a Maurizio Sarri

“Se è la Lazio che mi soddisfa di più nella mia gestione? Stiamo dando dei segnali in questo senso. Riusciamo a venire fuori bene dalle difficoltà della partita. Nei giorni in cui ci viene fuori la qualità che abbiamo poi possiamo vincere contro chiunque. Il nostro problema, però, è sempre stata la continuità: cerchiamo di dare un seguito a questa vittoria”.

Ancora sulla vittoria di stasera

"La grande soddisfazione stasera è nell'enorme impegno dei ragazzi. Abbiamo disputato una grande partita. Ora non dobbiamo accontentarci, ma spingere ancora per continuare in questo ottimo inizio di stagione. La partita di Torino è stata sottovalutata: i granata sono ostici da affrontare. La prestazione c'è stata. Questa sera, inoltre, abbiamo sofferto il caldo più che contro il Bologna a causa dell'elevato tasso di umidità".

Sul calendario ristretto

"A me non piace giocare ogni tre giorni: è un calcio usa e getta".

I cambi di Luis Alberto e Pedro

“L’intensità del loro centrocampo, nonostante il pareggio, mi sembrava in calo. Quindi potevo rischiare due giocatori leggeri ma molto tecnici”.

Mentalità e continuità

“L’aspetto mentale è prevalente. C’è difficoltà a ricaricare energie nervose dopo le partite: noi lo abbiamo pagato molto soprattutto dopo l’Europa League. Adesso dobbiamo fare il passo successivo”.

La prestazione di Danilo Cataldi

“Danilo ha fatto una buona partita. Mi ha sorpreso il fatto che solitamente spende molto e dopo 65’ inizia a calare. Invece stasera l’ho visto tirare avanti nonostante il dispendio: mi ha chiesto la sostituzione solo a cinque minuti dalla fine. Il ragazzo secondo me ha delle buone doti: spero che a 28 anni si ritagli stagioni da protagonista”.

La profondità della rosa della Lazio

“La ritengo più una problematica mentale, che di rosa. Io posso tenere fuori anche 6-7 giocatori, ma se l’ambiente è stanco le sensazioni non positive coinvolgono tutti, anche lo staff. Si lavora in un ambiente stanco, e questo si trasmette. Chiaramente quest’anno la rosa è più vasta e questo ci servirà”.

L’esultanza di Luis Alberto

“Di solito non le guardo, mi sta bene qualsiasi tipo di esultanza. Soprattutto se fanno gol così. Luis Alberto è entrato con una determinazione ben visibile: sono contento che si sia tolto anche la soddisfazione del gol”.

La chiosa è sull'Olimpico pieno

"E' stata una prestazione di alto livello, ripeto. Sono felice per i ragazzi e per il pubblico perché vedere un Olimpico così è uno spettacolo".

, , , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram