Lotito spiega la norma sulla rateizzazione e parla del Flaminio

Pubblicato 
mercoledì, 04/01/2023
Di
Daniele Izzo
Claudio Lotito in primo piano
Tempo di lettura: < 1 minuto

LOTITO SALVA CALCIO - "Salva Calcio". Così, in gergo giornalistico, è stata definita la norma sulla rateizzazione dei versamenti fiscali inserita nell'ultima legge di Bilancio. Una soluzione che ha visto Claudio Lotito, presidente della Lazio e senatore, tra i grandi protagonisti. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il patron biancoceleste ha spiegato meglio i dettagli del provvedimento.

VISITA IL PROFILO INSTAGRAM DI LAZIONEWS.EU

Salva Calcio, parla Lotito

"Il compromesso finale, senza alcun danno per la collettività, prevede una rateizzazione che riguarda solo Iva e Irpef (ma non i contributi previdenziali, l’Inail, le imposte dirette) in 60 rate con il pagamento immediato del 3% di sanzione sull’intero ammontare e delle prime tre rate immediate, per un valore di circa il 20% complessivo della somma da restituire".

Sugli stadi

"La mia richiesta allo Stato? Gli stadi".

Sul Flaminio

"Lo dico pensando al Flaminio? No, nessun interesse di parte. Questa del Flaminio è una delle ipotesi che mi è stata prospettata. Bisogna trovare il giusto compromesso dal punto di vista tecnico, strutturale e normativo: ci stiamo lavorando con tutte le istituzioni preposte. L'acquisizione sarebbe la cosa più semplice, ma è chiaro che quello stadio parte da 16-18 mila posti considerando le norme di sicurezza. E invece per essere fruibile serve uno stadio da 45-50 mila, con la copertura e con i parcheggi e un intero sistema di mobilità".

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram