CALCIOMERCATO

Manfredini: “Immobile fondamentale per la corsa Champions. Su Acerbi…”

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti

INTERVISTA MANFREDINI LAZIO – 26 presenze nella stagione 2013-14. È questo il bottino di Thomas Manfredini con la maglia del Genoa, prossimo avversario della Lazio. Raggiunto dai microfoni di Radiosei, l’ex difensore ha presentato la sfida di domenica per poi parlare di Francesco Acerbi, suo compagno al Sassuolo, e della corsa Champions.

Lazio – Genoa, le parole di Manfredini

“A oggi le motivazioni sono molto più alte nei capitolini. Con la vittoria contro lo Spezia il Genoa si sia messo quasi al sicuro per la lotta salvezza. Sarà sicuramente una partita non facile, ma vedo avvantaggiata sicuramente la squadra di casa. Oltre che alla qualità dei singoli giocatori, dopo il successo col Milan ha qualcosa da dare e ottenere più grande rispetto al Genoa. Ballardini l’ho avuto, conosce bene l’ambiente, riesce a risollevare la squadra ogni volta, a ottenere obiettivi quasi insperati. Dà serenità, gioco, mentalità, non è semplice. Anche creare una continuità di rendimento con tanti giocatori che vengono e vanno via”.

Sulla corsa Champions

“Chi entrerà in questo quartetto? È difficile, in questo momento vedo Atalanta e Napoli che mentalmente e fisicamente stanno bene e hanno qualcosa in più, anche a livello di gioco. Sono in difficoltà Juventus e Milan, do ancora fiducia ai bianconeri che faranno di tutto per raggiungere la Champions, altrimenti si parlerebbe di annata fallimentare. Il Milan, dopo un grande girone d’andata, sta avendo tante difficoltà. Dipenderà tanto da Ibrahimovic, se riuscirà o meno a fare queste ultime partite come le precedenti. La Lazio ha tutto da guadagnare, è lì vicino. Davanti ha giocatori di spessore superiore, con Immobile ci ho giocato al Genoa, si vedeva che di lì a poco avrebbe fatto la differenza nel campionato italiano. Non ha fatto benissimo, ma le qualità di vedevano. È lui l’uomo fondamentale per la corsa Champions“.

Su Acerbi

Acerbi è uno dei difensori più forti d’Italia, ha una continuità di rendimento mostruosa. Posso fargli solamente i complimenti, è anche merito suo se la Lazio in quest’anni sta facendo così bene. Ha il piede, ha visione di gioco, gli allenatori sono avvantaggiati ad avere un difensore del genere. È un giocatore completo, propone una fase difensiva che è veramente complicata da saltare”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI