CALCIOMERCATO

Matri: “Della Lazio non posso che parlare bene. Indimenticabile la doppietta all’Udinese”

- Advertisement -
Tempo di lettura: < 1 minuto
- Advertisement -

LAZIO MATRI – Solo qualche giorno fa, Alessandro Matri ha annunciato il suo ritiro dal mondo del calcio giocato e adesso, ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste, ha parlato della sua unica stagione giocata con la maglia della Lazio.

Lazio, Matri e la sua stagione in biancoceleste

“Quella fu una stagione sfortunata, con alti e bassi. Da lì però iniziò a crearsi la Lazio di oggi. Dopo il gol in finale il destino ha voluto che mi trasferissi in biancoceleste, avevo paura che la tifoseria non mi accettasse per questo. Invece non è stato così. A Roma sono stato veramente bene, ho costruito tante amicizie e alla fine di quella stagione arrivò anche mister Inzaghi, che ora sta lavorando alla grande. La partita più bella che ho giocato in biancoceleste? La prima contro l’Udinese è indimenticabile. Mi ha aiutato a inserirmi, ma purtroppo non sono riuscito a dare continuità a quella partita. Però esordire e fare due gol da subentrato fu bellissimo. Ho avuto la fortuna/sfortuna di girare tanto, e accumulare tante esperienza. Della Lazio non posso che parlar bene. Tifoseria, società, compagni. Con il d.s. Tare ho costruito un grande rapporto e adesso sta diventando uno dei migliori dirigenti al mondo, gli si possono fare solo tanti complimenti. Poi la mia compagna è di Roma, mio figlio ha tanti amici qui. Mi sono trovato bene. Formello è un centro sportivo all’avanguardia, con tanti campi, zona relax, ognuno con la sua stanza e sale comuni per stare insieme alla squadra. Giocavo sempre a biliardo con Lulic, Parolo. Si era creato un ambiente familiare nonostante le cose non andassero bene”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI