lazionews-lazio-bologna-muriqi-vedat
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

MURIQI LAZIO – Il primo giorno di gare delle rappresentative nazionali si è tinto di biancoceleste. Vedat Muriqi è andato in gol con il Kosovo nell’amichevole persa 2-1 in casa dell’Albania. Il centravanti della Lazio, ancora a secco di reti con il club (7 presenze, 284 minuti giocati ad oggi), ha trovato la marcatura nei minuti finali su calcio di rigore. Muriqi, a fine gara, ha parlato ai cronisti locali degli obiettivi stagionali.

Muriqi dopo il gol all’Albania

“Sono tornato a segnare con il Kosovo dopo un anno. Non importa per il risultato, non interessava né a noi, né all’Albania. Ogni volta che torno qui mi emoziono, ripenso al mio passato. È stata una partita tra fratelli. Per quanto mi riguarda sono contento, sono tornato e ora voglio continuare a dare il cento per cento nei prossimi incontri”.

Muriqi e la Lazio

“Mi sento bene. Ho vissuto un paio di mesi difficili psicologicamente, ma non è una questione di pressione, quella al massimo ti spinge a dare di più. Ho avuto un infortunio muscolare, poi è arrivato il Coronavirus e quindi ho perso tutta la preparazione con il Fenerbahce e con la Lazio. Ora mi sento un po’ meglio, ma devo abituarmi all’Italia, imparare la lingua, adattarmi a una nuova cultura completamente diversa da quelle che ho conosciuto prima. Mi serve solo tempo e arriveranno anche i miei gol, anche se sono sempre più importanti i risultati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.