lazionews.eu-fernando-orsi-lazio
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

ORSI LAZIO MERCATO – Fernando Orsi, ex portiere della Lazio, è stato intervistato nella trasmissione radiofonica Stadio Aperto su TMW Radio. Orsi ha parlato della sua ex squadra, partendo dal mercato e dai nuovi arrivati fino alle possibilità che potranno avere i biancocelesti nella prossima stagione. Queste le sue parole.

Mercato

“Izzo? Non è che ci sia un gran rapporto tra Cairo e Lotito, anche se poi nel calcio i soldi azzerano tutti. La Lazio ci ha abituati ad acquisti inattesi, lavorano molto sottotraccia, e basta vedere Muriqi. C’erano aspettative molto importanti, perché la Champions dopo tredici anni faceva pensare a colpi roboanti: la linea di Lotito e Tare però, al di là dei risultati conseguiti, è sempre la stessa. Uno entra ed uno esce, i conti che quadrano. Mi aspettavo semmai un investimento primario su un difensore, ancora prima di Muriqi, Fares, Escalante e Reina. Indubbiamente hanno reputato l’attaccante principale, come chiesto da Inzaghi, così come l’esterno sinistro, visto che Lulic ancora è fuori”.

Fares

“Prima dell’infortunio al crociato facevano due tra i quinti più importanti, dinamici e di qualità. Poi si è fatto male e ha avuto problemi a rientrare: la curiosità è capire se ha recuperato e se sia quel Fares lì. Assieme a Lulic può andare”.

Godin

“La Lazio gioca a tre, ma spesso Acerbi ha giocato sulla sinistra, e per me Godin centrale dei tre poteva farlo. Però prende un bel po’ di soldi: penso che Cagliari e Inter si mettano d’accordo per contributi sullo stipendio. Poteva essere un nome spendibile, ma la Lazio va più su profili di prospetto, nomi dai quali, se vanno bene, si può avere un ritorno economico”.

David Silva

“A zero era un ottimo investimento, pure avesse chiesto tanto. Gli proponevi un campionato d’eccellenza con la Champions, e invece ha deciso di tornare in Spagna. Lo capisco, dopo tanti anni la moglie voleva tornare a casa e si sa che, anche nel calcio, queste comandano”.

Kumbulla

“Poteva davvero fare al caso della Lazio. Ora andranno su un profilo del genere, di una certa esperienza ma non con un’età avanzata. Sono stati scottati dai 12 milioni per Vavro nella scorsa stagione, e non possono più sbagliare”.

Lotta Champions

“La Lazio ce la rimetto ancora e, se non vendono Koulibaly ed Osimhen vale davvero quei soldi, ci metto il Napoli. Il Milan si è rinforzato e sta facendo bene ma lo voglio vedere, la Roma sta facendo acquisti ma gli manca Zaniolo, e al momento anche Smalling. Kumbulla con Smalling, già, è un’altra cosa. Se l’Atalanta si ripeterà, significherà che è diventata stabilmente una di quelle sette sorelle di cui parlavamo anni fa. Vedo una zona Champions League molto più combattuta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.