Italia, Mancini: "Immobile e Belotti simili, ora in grande condizione"

Pubblicato 
lunedì, 07/10/2019
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

NAZIONALE MANCINI - Quest’oggi il ct della nazionale italiana Roberto Mancini è intervenuto in conferenza stampa, in vista dei prossimi impegni con Grecia e Liechtenstein. Il mister azzurro ha toccato molti temi, tra cui anche le scelte tecnico tattiche che vedremo nelle prossime gare.

Il parco attaccanti

"Immobile e Belotti sono in condizione, prima o poi caleranno fisiologicamente. A livello di giocate sono diversi ma dovrebbero somigliarsi di più. Se hanno spazio sono avvantaggiati ma visto il nostro gioco, basato sulla tecnica, devono essere in grado di far giocare la squadra. Sì, proseguirà l'alternanza, è giusto far riposare uno e far giocare l'altro. Ho lavorato con Balotelli per anni, è sempre stato abbastanza serio. Se vuole può arrivare a quell'età e giocare, a Kean bisogna dare la possibilità di fare anche qualche errore".

Il gruppo

"Ci sono giocatori che possono fare più ruoli, in ottica Europeo avere giocatori che possono fare più ruoli è un piccolo vantaggio. Però il gruppo è pressappoco formato, possono ballare due-tre giocatori, forse. Poi se esce qualcuno all'improvviso vediamo, ma chi va all'Europeo è qui, chi è stato chiamato. A sinistra, in difesa, siamo semmai un po' corti: Emerson è fuori, Spinazzola ha giocato le ultime due, Biraghi torna e sta giocando poco".

Il livello del calcio italiano

"Juve e Inter sono forti, da anni. La Juve lo è e in Champions League migliora, fuori casa cerca sempre di vincere come fatto a Madrid. L'Inter sta migliorando, sarà questione di tempo e mi sembra sia già un'ottima squadra. L'Inter ha giocato col Barcellona, la prima ha giocato con uno Slavia inferiore ma abituato a queste partite. Se non sei al 110%, a livello internazionale fai fatica. Ogni paese ha il suo modo di vivere il calcio. In Italia si vive con più passione, a volte esagerando. In Inghilterra non accade. Se torni in Italia sai che ci sono, negli ultimi dieci anni si esagera ma il modo di vivere la partita è questo. Non so a cosa si riferisse direttamente Conte".

,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram