NEWS DELLA GIORNATA – Alzare la testa e ricominciare. E’ questo il messaggio che suona e risuona in casa Lazio il giorno dopo la sconfitta di Leverkusen che ha compromesso la Champions. I calciatori biancocelesti, delusi e amareggiati, l’hanno già sostenuto ieri sera al termine del match: lo ha detto Parolo (QUI IL VIDEO CON LE SUE DICHIARAZIONI), lo ha ripetuto Felipe Anderson (QUI IL VIDEO DEL BRASILIANO). Seguendo la stessa linea, oggi hanno parlato Mauri e Marchetti, sostenendo come la Lazio si toglierà anche quest’anno le sue soddisfazioni, già a partire dal match contro il Chievo. Magra consolazione, il ricordo di un 27 agosto di 16 anni fa: nell’Accadde Oggi vi abbiamo raccontato la Supercoppa Europea ’99 e la Lazio sul tetto d’Europa.

VERSO IL CHIEVO – Con questo spirito Pioli ha radunato i suoi già in mattinata a Formello, dove chi era in campo ieri ha svolto il defaticante e il resto del gruppo si è allenato regolarmente. E’ stato reso noto il nome dell’arbitro che domenica sera fischierà il match contro i clivensi. E’ Di Bello: una notizia positiva, con lui en-plein di vittorie laziali. In serata invece ha presentato il match contro la Lazio l’attaccante gialloblu, Paloschi: “Contro la Lazio dobbiamo curare i dettagli, è una grande squadra”.

LE PAROLE DEL GIORNO DOPO – In tanti, nel frattempo, stanno commentando la prestazione di ieri dei ragazzi di Pioli. Dall’ex Roma Pruzzo, che non fa drammi: “L’Europa League è più idonea alla rosa della Lazio” a Ballotta, che sulla stessa scia ha sostenuto come “Alla Lazio servono innesti”. Il calciomercato sembra la causa principale della disfatta, la pensa allo stesso modo anche un altro ex portiere biancoceleste, Nando Orsi, che spiega: “Mercato? Si poteva fare di più”. La nostra redazione poi ha contattato in esclusiva Paolo Negro, che libera da ogni responsabilità il tecnico Pioli. Soddisfazione al massimo invece in Germania: “Era come una finale” ha detto esaltato il capitano del Bayer, Lars Bender, tra i protagonisti in campo di ieri.

COPPE EUROPEE – La Lazio, ora retrocessa in Europa League, attende con ansia i sorteggi di domani alle 13: il rischio è quello di non centrare la prima fascia. La Champions League invece si è appena pronunata, compilando gli 8 gironi che daranno il via alla più importante competizione europea per club (QUI I SORTEGGI). La mancata qualificazione, porta alla Lazio gravi perdite, anche dal punto di vista economico, ma l’eliminazione al playoff è ormai una costante per il calcio italiano (LEGGI QUI IL NOSTRO APPROFONDIMENTO).

CALCIOMERCATO e ALTRE NEWS- Poche novità dal mercato: la società, tramite il ds Tare, ha già annunciato la chiusura delle entrate. La speranza per un nuovo investimento era la qualificazione in Champions: si allontana quindi Matri, mentre Balotelli diventa ufficialmente un calciatore del Milan. Il laziale Cataldi è invece tra i convocati di Di Biagio per la partita di qualificazione europea dell’Under21 contro la Slovenia.

Michela Santoboni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.