Atalanta, contro la Lazio per il sorpasso e per vendicare l’andata

ZOOM AVVERSARIA – Fortuna? Fuoco di paglia? No, semplicemente Atalanta. Alzi la mano chi a inizio stagione avrebbe scommesso mezzo centesimo su quanto fatto finora dai bergamaschi. Nessuno. 35 punti raccolti in un girone (record per gli orobici), 1° squadra per punti raccolti in trasferta (17, frutto di 5 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte in 10 partite), 6° posto in classifica a soli 3 punti dal 3° occupato dal Napoli, calcio spumeggiante e sogno Europa più vivo che mai. I nerazzurri arrivano alla sfida dell’Olimpico contro la Lazio, sulle ali dell’entusiasmo, dopo la roboante vittoria per 4-1 in casa del Chievo Verona. I punti che dividono le due formazioni sono solamente due. I ragazzi di Gasperini faranno di tutto per tentare il sorpasso ad alta quota e vendicare il 3-4 subito in quel di Bergamo nel primo turno di campionato 2016/2017.

L’ALLENATORE – 17 anni passati sul campo giocato e 22 trascorsi in panchina portano in dote un ottimo bagaglio d’esperienza e intelligenza calcistica. Gasperini si è fatto ammirare soprattutto per quanto dimostrato sulla panchina del Genoa. Memorabile la stagione 2008/2009 quando, con 68 punti raccolti, i grifoni chiusero la stagione al 4° posto al pari della Fiorentina, che si qualificherà in Champions solamente grazie agli scontri diretti. Nella stessa stagione, l’allenatore piemontese riuscirà anche nell’impresa di riportare il Genoa alla vittoria del derby della Lanterna che mancava dalla stagione 2002/2003, vincendo, poi, anche la gara di ritorno. Se, dopo un avvio in salita con 4 sconfitte nelle prime 5 giornate, l’Atalanta ha raccolto 32 punti in 14 partite, mietendo vittime illustri come Torino, Napoli, Inter e Roma, il merito è soprattutto della mentalità che Gasperini è riuscito a trasmettere a Gomez e compagni.

GIOCATORE CHIAVE – Sono tanti i giocatori che si sono messi in evidenza in questa prima parte di campionato della compagine lombarda: dai gioiellini Kessie e Gagliardini, passando per Conti e Petagna, ma il vero top player della squadra rimane ‘El Papu’ Gomez. Classica ala argentina, dotata di grande velocità, dribbling, tecnica e tiro da fuori, può giocare anche come seconda punta o trequartista. In qualunque zona del campo si trovi, il folletto argentino punta l’avversario, lo salta e segna. Male che va realizza assist per i compagni. Le 5 reti messe a segno finora sono un chiaro segnale per Inzaghi e la sua truppa.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Gasperini predilige il gioco sulle fasce. 3-4-1-2 e 3-4-2-1 sono i moduli alternati dal tecnico nel corso di questo campionato e il primo dovrebbe essere quello prescelto per la sfida contro la Lazio. La duttilità di Kurtic e Gomez permette all’Atalanta di variare il sistema di gioco, senza modificarne gli interpreti. Tra i pali il recuperato Berisha, con Masiello, Toloi e Zukanovic a difenderlo. Il duo di centrocampo sarà composto da Grassi e Freuler, con Conti e Spinazzola che agiranno sulle fasce. Sulla trequarti, Kurtic avrà il compito di rifornire Petagna e Gomez.

PROBABILE FORMAZIONE – (3-4-1-2) Berisha; Masiello, Toloi, Zukanovic; Conti, Grassi, Freuler, Spinazzola; Kurtic; Gomez, Petagna. All. Gasperini

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.