Anastasi: “Questo girone è da Champions. La cosa buona è non avere lunghe trasferte”

ANASTASI LAZIO – Girone difficile per la Lazio, che ha pescato il Marsiglia, l’Eintracht Francoforte e l’Apollon. Al termine della gara il giornalista Anastasi è intervenuto ai microfoni del canale telematico biancoceleste.

GIRONE – “Io la prendo a ridere e dico che ci hanno voluto premiare dandoci la Champions League, siccome la meritavamo l’anno scorso! È un girone da Champions. Dovremo confrontarci con questo gruppo. L’Eintracht mi preoccupa meno di tutti. Ci giochiamo il primo e il secondo posto con il Marsiglia. C’è l’allenatore che dà un sapore di derby e la “bestiaccia” Strootman. Noi siamo una squadra da Champions e faremo il nostro dovere. L’Eintracht mi preoccupa poco perché levate le due punte è una squadra media, molto abbordabile. L’Apollon mi ricorda un bel risultato di qualche anno fa. Saremo in tanti a Cipro. La cosa buona è che non abbiamo lunghe trasferte. Se avessimo preso squadre come l’Astana sarebbe stato un problema. Il fatto che vi siano tre squadre forti è una cosa buona perché si fanno meno punti nel girone ed è possibile passarlo da seconda”.

INIZIO – “Prima o poi rientreranno gli acquisti come Berisha, Durmisi e giocheranno di più Correa e Badelj. Abbiamo una rosa ampia. Mi dispiace che non ci sia Lukaku. Quando la forma assisterà i nostri migliori il turn over viene da sé. Ad esempio Berisha deve giocare e darà il suo apporto. Domenica comincia il nostro campionato e servirà tanta cattiveria e una condizione atletica migliore. Marusic dovrà giocare meglio perché non ha fatto un cross in due partite. Io lo cambierei perché se regaliamo il primo tempo al Frosinone può anche finire male. Io farei una più solida formazione cercando di mettere coloro che non hanno giocato ancora come Patric, Correa e Badelj. Cercherei di chiudere la partita nel primo tempo perché se subiamo gol diventa un’angoscia. Siamo sotto i livelli di forma accettabili e dobbiamo marciare rapidamente. La Lazio deve vincere e convincere”.

STROOTMAN – “È un antisportivo. C’erano giocatori, sempre da quella parte, che sputavano come lama… È un provocatore, si tuffa, butta l’acqua… Con un arbitro internazionale può cadere nella trappola ed essere espulso”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.