Ancelotti: “Nazionale ipotesi non lontana. Astori ha riappacificato le tifoserie”. E sul Var…

CARLO ANCELOTTI – Dopo la dolorosa esclusione dell’Italia dai Mondiali di Russia 2018, la Nazionale è alla ricerca di un nuovo ct. Uno dei nomi che più piacciono sia ai tifosi che ai massimi vertici del calcio è quello di Carlo Ancelotti. L’ex allenatore di Juve, Milan, PSG, Chelsea, Real e Bayern, ha rilasciato una lunga intervista a ‘Rai Sport’ in cui ha parlato di vari temi ma soprattutto di un’ipotetica panchina azzurra.

SULLA NAZIONALE – “Non è un’ipotesi lontana, conosco bene Billy (Costacurta) e lui conosce bene me, ma credo sia necessario per la Nazionale aspettare: io sono ufficialmente ancora sotto contratto, così come altri allenatori che non è possibile contattare. La Nazionale è giusto abbia preso tempo per valutare Di Biagio. Io e Costacurta ci siamo sentiti anche prima che diventasse vice commissario, non è che abbia tolto la possibilità di sentirci. Non la vedrei eventualmente come ultima avventura, ciò che continuo a dire è che credo l’idea sarebbe allenare tutti i giorni: questo continua ad essere il dubbio.”

VAR – “Il Var è una cosa necessaria, se qualcuno ha ancora qualche dubbio è abbastanza naturale per una cosa nuova, ma sta diventando indispensabile e un nuovo aiuto per togliere qualche dubbio in più e polemiche che ci sono sempre state e sempre ci saranno: i tempi si allungano ma neanche più di tanto.”

SU ASTORI -” La sua scomparsa ha riappacificato e unito tutte le tifoserie, spero possa essere sempre così: la violenza, pur essendosi ridotta, è comunque un problema per il calcio italiano. Mi auguro che questa dolorosissima perdita possa riappacificare tutti.”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.