Attacco all’inchiesta. Abete contro i metodi dei pm, il calcio fa quadrato su Gattuso

11.11_convegno_ussi_abete
RASSEGNA STAPA SS LAZIO – Il calcio italiano ha reagito con cautela ai nuovi sviluppo del calcioscommesse – sottolinea ‘La Repubblica‘ – anche perché nel recente passato i processi sportivi su questo tema si sono chiusi con piccole condanne e squalifiche. Giancarlo ABETE., presidente della FIGC, rappresenta proprio questo punto di vista: «Abbiamo grande fiducia nei magistrati e grande attesa negli sviluppi dell’indagine  ma si vede abbastanza poco in termini di situazioni acclarate.  Ci sono 4 arrestati che nessuno conosce e che non mi risultano essere tesserati, e 10 indagati su cui è meglio non esprimere giudizi perché si rischierebbe di trasferire negatività su di loro. Aspettiamo di verificare se c’è qualcosa che ci sfugge, attraverso i controlli dei computer, le verifiche tecnologiche e i test peritali».  E contesta anche l’uso spettacolare dei mezzi d’indagine: «fanno parte del costume italico le perquisizioni alle sei di mattina, creano più traumi che opportunità». Intanto arrivano parole di stima e fiducia dal mondo del calcio per Rino GATTUSO.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.