AURONZO. Inzaghi: “Milinkovic è sereno, spero rimanga. Correa e Badelj ottimi acquisti. Vogliamo una stagione emozionante”

AURONZO 2018 CONFERENZA INZAGHI – Volge al termine l’undicesimo ritiro della Lazio ad Auronzo di Cadore, che si concluderà ufficialmente con l’amichevole con la Spal, alle 17. Dopodiché la squadra bianceleste si prepara a rientrare nella Capitale dove lunedì 30 luglio arriveranno i due nuovi acquisti Correa e Badelj, oltre ai rientranti MilinkovicSavic e Caceres. I capitolini, poi, partiranno alla volta di Marenfield, in Germania, dove si terrà la seconda parte del ritiro. Mister Inzaghi, prima dell’ultima amichevole del ritiro di Auronzo, è intervenuto in conferenza stampa.

RITIRO – “Abbiamo fatto una buonissima preparazione. I ragazzi hanno lavorato molto bene. L’unica pecca è che in questi ultimi giorni sono mancati Strakosha, Marusic, che per noi sono molto importanti, però speriamo di rimetterli presto in gruppo. Anche Berisha si è dovuto fermare: speriamo di poterli recuperare a Roma”.

MERCATO – “Sono molto soddisfatto. Abbiamo preso giocatori importanti che potranno aiutarci e energie nel momento necessario. Ci servono energie fresche, quelle che negli ultimi due anni in alcuni momenti ci sono mancate. Questo è un bilancio provvisorio. Su Milinkovic si sentono tante voci: la sua permanenza per noi sarebbe importantissima perché è un giocatore che riesce a cambiare le partite. Vedendo come si sono rinforzate le altre sappiamo che sarà difficile rimanere ai livelli degli ultimi 2 anni, speriamo di riuscirci”.

MILINKOVIC – “Se ne parla, con Sergej ho parlato: sarebbe voluto arrivare addirittura due giorni prima qui per unirsi alla squadra. Sarebbe voluto arrivare ieri ma gli ho detto di avere ancora altri due giorni di vacanza. È molto sereno, sta bene con i compagni e a Roma… Il mercato rimarrà aperto fino alla vigilia del campionato e tutto può succedere. Io spero che possa rimanere. L’ho sentito molto tranquillo, sono fiducioso. Mai dire mai. Se dovesse partire per noi diventerebbe più difficile ma con la società guarderemo il da fare, ma per ora non c’è problema”.

OBIETTIVO – “L’obiettivo è fare una stagione piena di emozioni, vittorie e esultanze. Purtroppo non possiamo vincere la Supercoppa, perché vincendo con il Milan l’avremmo disputata. Sappiamo che anche le altre corrono, ma sono fiducioso per come ho visto lavorare i ragazzi. Non sono abituato a fare promesse: penso a lavorare giorno dopo giorno. Negli ultimi due anni siamo gli unici ad aver vinto un trofeo. Vediamo cosa sarà della nuova stagione”.

NUOVI ACQUISTI – “Noi in tante circostanze abbiamo giocato con Milinkovic all’altezza di Luis Alberto con Parolo e Leiva mediani. L’acquisto di Badelj è importante: lui viene in una squadra forte, ha entusiasmo e sicuramente è quel giocatore che ci mancava. Gomez lo avevo chiesto come sostituito di Felipe Anderson: abbiamo analizzato con la società. Ora abbiamo preso Correa che sicuramente ci potrà dare tanto”.

ATTACCO – “Gomez era stato chiesto ma sono molto soddisfatto dell’acquisto di Correa che è più giovane e ha tante qualità. Il reparto avanzato? Sono soddisfatto di Caicedo, non è semplice giocare dietro a Ciro Immobile, uno dei due attaccanti più forti in circolazione. Caicedo ha lavorato per la squadra, ha sempre riposto ‘presente’, è amato dai compagni e da me… Purtroppo a Crotone ha preso una traversa e sbagliato un gol, ma sono comunque soddisfatto di lui. Rossi sta facendo un ottimo ritiro, l’ho cresciuto, stiamo valutando se tenerlo come quinto attaccante o mandarlo in Serie B. Non è un giocatore da due gol: deve essere messo nell’ambiente e nella squadra giusta. Alla fine del ritiro faremo le scelte per quanto riguarda la rosa: mai come quest’anno c’è stata tanta condivisione”.

DIFESA – “Stiamo lavorando. Vorremo prendere qualche gol in meno ma sicuramente ne faremo anche meno. Acerbi si è inserito benissimo, sembra che non sia arrivato da 20 giorni ma che stia qui da sempre. Tutti gli altri li conosciamo, stiamo aspettando Caceres per essere 6. Vedremo in campo per quanto riguarda le scelte. Ramos può fare tutti e tre i ruoli. È un giocatore importantissimo e in continua crescita. Può giocare come centrale al posto di Acerbi ma è un titolare anche negli altri due ruoli. Anche Bastos sta lavorando bene”.

REPARTI – “In questo momento siamo completi e con una buona rotazione. Abbiamo qualche giocatore in più che vedremo di sistemare al meglio. Sono ragazzi giovani che hanno dato tutto ma non possiamo lavorare con 30 elementi. Vanno fatte delle scelte insieme alla società”.

RIGORISTI – “Sono Immobile e Luis Alberto. L’anno scorso li hanno tirati loro due”.

EUROPA LEAGUE – “Arrivare fino in fondo è un obiettivo. Abbiamo giocato fino in fondo con tutte le nostre armi: abbiamo fatto un grande cammino che purtroppo si è fermato ai quarti ma vedo tantissime emozioni, abbiamo vinto tante partite…”

QUARTO POSTO – “Avremmo meritato il quarto posto che non abbiamo conquistato per gli scontri diretti. I ragazzi sono stati bravissimi”.

PORTIERI – “Abbiamo Strakosha, Proto e Guerrieri: Adamonis è di prospettiva ma il mio pensiero è che la gerarchia sia questa”.

ERRORI ARBITRALI – “Ne abbiamo parlato tanto, è successo di tutto. Ne ho riparlato ora ma non ne parlerò più. Quest’anno parleremo di Lazio, moduli, giocatori… Non di arbitri”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.