Brovarone: “Vi racconto Sergej, dagli inizi al Genk all’arrivo in Italia. Ecco la squadra dei suoi sogni”

LAZIO FIORENTINA MILINKOVIC – Domenica alle 15 allo Stadio Olimpico sarà LazioFiorentina, partita decisiva per i biancocelesti e per Milinkovic Savic. Il serbo è reduce da un inizio stagione ampiamente sottotono e i viola, proprio la squadra con cui Sergej era ad un passo dalla firma, potrebbero essere la svolta per una stagione che stenta a decollare. Proprio per ripercorre quei momenti concitati in cui Sergej era conteso tra Lazio e Fiorentina, Bernardo Brovarone, intermediario di mercato, è stato intervistato da Gianlucadimarzio.com.

GLI INIZI Al GENK – “Siamo rimasti lì due giorni, ma ci è bastato un pomeriggio per capire tutto, rimanemmo sbalorditi. Qualità fisiche e tecniche impressionanti. Calciava benissimo da fermo, grandi conclusioni dalla distanza e molto altro. Lo proposi a diverse società, mi dissero tutti di no”.

LA LAZIO – La società che ci ha puntato per prima”.

LA FIORENTINA – “Anche la Fiorentina si era convinta delle potenzialità di Sergej, la trattativa nacque dal momento in cui a Firenze arrivò Paulo Sousa. Parlò subito con il padre del ragazzo, gli spiegò che lo riteneva perfetto per la sua mediana a due. Lui e Mario Suarez, questa sarebbe stata la coppia titolare”

IL SOGNO REAL – “In uno dei nostri tanti incontri Sergej mi disse che il suo obiettivo era quello di giocare in Italia da titolare, almeno per due anni solo in questo modo sarebbe potuto arrivare un giorno al Real Madrid, la squadra dei suoi sogni”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.