MERCATO. Quanti ex biancocelesti tra i calciatori svincolati

Da Bonetto a Makinwa, passando per Sereni e Grandoni, molti giocatori senza contratto che hanno vestito la maglia della Lazio…

(getty images)

Ad una settimana esatta dalla chiusura della sessione stiva del calciomercato è ora di tirare un bilancio. La Lazio ha chiuso la campagna acquisti con gli arrivi di Ciani ed Ederson, oltre al riscatto di Candreva. Molti giocatori sono rimasti nonostante siano ai margini del progetto, i vari Foggia, Sculli, Stankevicius, Alfaro, ma comunque restano tesserati per una società. Diversamente e peggio è andata per altri calciatori i cui contratti sono scaduti e non sono riusciti a trovare un club dove accasarsi. Nel lungo elenco che comprende calciatori del calibro di RIQUELME, GROSSO, ZAMBROTTA, BORUC e KROLDRUP, figurando anche molti calciatori che hanno vestito la maglia biancoceleste. In ordine alfabetico si inizia con Fabio BAZZANI, centravanti vecchio stampo che ha trascorso sei mesi nella capitale nel 2005 senza lasciare un segno indelebile. Un po’ la stessa sorte di Thomas HITZLSPERGER arrivato a Roma nel gennaio del 2010, l’anno della gestione BALLARDINI-REJA, senza affermarsi con appena sei presenze impreziosite da una rete. Altre epoche molto più suggestive quelle che riguardano Alessandro GRANDONI. Giovane centrale difensivo di prospettiva arrivato durante l’era Cragnotti, e per tre stagioni compagno di reparto di Alessandro Nesta. Il difendore conquistò una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana con la maglia biancoceleste prima di rientrare nell’operazione che portò Mihajlovic nella capitale affermandosi in provincia. Singolare il caso di Simone DEL NERO arrivato da Brescia a parametro zero e rimasto cinque stagioni in biancoceleste contraddistinti da molti infortuni. La voglia e la tenacia del calciatore lo fa comunque ricordare con affetto dai sostenitori laziali. I supporters dovranno invece impegnarsi un po’ di più per ricordarsi di   Alfonso DELGADO giovane attaccante spagnolo  cresciuto nel vivaio biancoceleste arrivando ad esordire in prima squadra sotto la guida di Mancini. Dopo qualche stagione in prestito, compresa la doppia esperienza in Romania con Vaslui e Cluj, il calciatore è tornato in Italia alla Pergocrema che resta la sua ultima casacca indossata.  Riccardo BONETTO, invece, è arrivato nella capitale nel 2006 come vice Zauri ed è rimasto tesserato fino al 2011 con la Lazio nonostante i prestiti a Livorno, Bologna. Nel 2011 a rescisso il contratto con i capitolini e dopo una parentesi al Virtus Bassano si ritrova senza squadra. Per concludere i due calciatori il cui ricordo è ancora vivo. Il primo è  Stephen MAKINWA, attaccante nigeriano strappato ad Atalanta e Palermo che dopo una partenza bruciante è finito via via ai margini della squadra, perdendo la via del gol che ad inizio carriera gli aveva fatto attirare l’attenzione di molte big italiane ed europee. Il suo status da extracomunitario ha spesso bloccato il mercato biancoceleste, ma da giugno è libero di accasarsi dove vuole. Infine Matteo SERENI, un portiere che ha lasciato un ottimo ricordo a Roma. Il numero uno è stato uno dei primi ad avere un rapporto conflittuale con il patron Lotito e nei suo tre anni in biancoceleste ha collezionato, molte panchine e trenta presenze. Nel 2007 si libera a parametro zero e si accasa al Torino, nonostante per molti dovesse rappresentare l’erede di Angelo Peruzzi.

CLICCA QUI PER LA LISTA COMPLETA DEI CALCIATORI SVINCOLATI

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.