Canigiani: “Per domenica 7500 biglietti staccati. Ma aspettiamo l’impennata”

CANIGIANI LAZIO BIGLIETTI – Il responsabile del marketing della S.S. Lazio Marco Canigiani ai microfoni della radio biancoceleste ha parlato della gara di ieri sera e delle prossime di campionato: “La partita di ieri contro la Fiorentina è stata una sfida al cardiopalma. A questo punto della stagione è fondamentale e doverosa una corsa al biglietto da parte dei tifosi per sostenere la squadra domenica prossima con la Sampdoria.

LAZIO-SAMP – “Non ci sono scuse, i prezzi sono bassi, il tempo sarà bello, il fischio d’inizio è in programma alle ore 15:00. Andare in Champions League potrebbe cambiare molto dal punto di vista economico: sarebbe un salto importante e per compierlo è necessario il supporto di tutti. A questa mattina il dato dei biglietti staccati ammontava a 7.500 ma oggi mi aspetto il grande salto in vista della partita di ieri sera: mi auguro ci sia un grande risultato di vendita. La spinta del pubblico fa fare ai giocatori quella corsa in più che consente loro di tenere botta contro l’avversario e fa dimenticare la fatica. C’è la possibilità di comprare il biglietto fino all’ultimo, la vendita on-line è disponibile fino a domenica mattina, è stata adibita anche la ricevitoria dell’ex ostello della gioventù oltre a tutte quelle sparse per il territorio. Curve e Distinti sono al costo di €10, Tribuna Tevere a €25, Tevere Top a €35, e Monte Mario a €50, inoltre sono previste riduzioni in Tevere per gli Under-16. La spesa è alla portata di tutti. C’è disponibilità in ogni settore: il segnale sarebbe quello di essere chiamati ad aprire la Curva Sud. Domenica sarà una giornata perfetta per venire allo stadio”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.