COCHI: “Le scritte contro Paparelli sono state cancellate. Era una gesto doveroso da fare”

(getty images)

COCHI SU PAPARELLI – Qualche giorno fa su un muro di cinta del Verano è apparsa una scritta vergognosa relativa a Vincenzo Paparelli (“Morto un Papa..relli, se ne uccide un altro“). Fortunatamente quella scritta oggi non c’è più, il Comune di Roma ha provveduto a cancellarla. Intervistato da ‘Lalaziosiamonoi.it’, Alessandro Cochi, Assessore allo Sport capitolino ha dichiarato: “E’ stato un gesto doveroso da parte del Comune, era giusto che si facesse“. E dopo il 28 ottobre, data del trentesimo anniversario della scomparsa di Paparelli (da sottolineare anche il bel gesto compiuto dalla AS Roma che ha posato un mazzo di fiori sotto la targa che lo ricorda), la città di Roma si prepara a onorare la memoria di un altro tifoso laziale, Gabriele Sandri, ucciso tragicamente l’11 novembre di cinque anni fa. Un anniversario che cade in concomitanza con il derby della Capitale: “Stiamo pensando ad alcune iniziative e incontreremo la famiglia questa settimana – rivela Cochi -. Ovviamente ci pensiamo da quando ci siamo costituiti come Comune di Roma all’interno della Fondazione. Abbiamo dato loro la sede a Piazza della Libertà, abbiamo patrocinato varie iniziative, spesso in maniera trasversale”. In conclusione Cochi torna sullo speciale che ‘Sfide‘ ha voluto dedicare a Giorgio Chinaglia ieri sera:  “Ho visto lo speciale di ieri sera. Vedere quel tipo di calcio, quel tipo di personaggi ti riconcilia con te stesso, ma soprattutto con il calcio. Tutto ciò mi fa ribadire ancora di più la scelta di essere diventato laziale, una scelta di passione, di tradizione famigliare, che include anche quel tipo di sofferenza che rafforza il legame con l’essere tifoso di una squadra così importante, così storica, così antica e piena di vicissitudini che hanno legato i suoi atleti, i suoi dirigenti e anche i suoi tifosi, come dimostrano le vicende di Paparelli e Sandri”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.