CONFERENZA. Inzaghi: “Abbiamo 5 finali. Non so in attacco chi giocherà. Le parole di Pioli…”

pubblicato il 21/04

LAZIO SAMPDORIA CONFERENZA INZAGHI – Dopo l’emozionante vittoria in rimonta sul campo della Fiorentina nel turno infrasettimanale di campionato, per la Lazio è subito tempo di tornare in campo: domenica, all’Olimpico, la truppa biancoceleste ospiterà la Sampdoria. Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa oggi, sabato 21 aprile, alle ore 13:30 presso la sala stampa del Centro Sportivo di Formello. Queste le sue dichiarazioni.

LAZIO – “Io penso che questa squadra sia più forte rispetto all’inizio. Mercoledì abbiamo fatto una grande prova, abbiamo vinto una sfida importantissima meritatamente e adesso dobbiamo continuare in queste 5 partite che sono molto importanti, a partire da domani”.

DICHIARAZIONI PIOLI – “Pioli è un bravo tecnico e una persona che rispetto. Ognuno può esternare le cose che vuole e penso che i fatti siano sotto gli occhi di tutti. La cosa che mi viene da dire è che non mi interessano le polemiche ma mi interessa la partita di domani. Per noi è un obiettivo estremamente importante”.

TIFOSI – “Penso che servano i tifosi allo stadio. Domani i nostri ragazzi non ci faranno mancare il calore che la squadra merita. La squadra ha dato il cuore e l’anima per la maglia e spero di vedere un Olimpico caldo come lo abbiamo lasciato nella partita con il Salisburgo”.

CONVOCATI – “Parolo si è allenato, abbiamo qualche giocatore che negli ultimi giorni non si è allenato proprio. Parolo e Lulic hanno qualche problema ma loro vogliono esserci. Domani farò le mie valutazioni. Sono tutti convocati tranne Patric e i due squalificati”.

DIFESA – “Noi dobbiamo cercare di limitare i gol presi e dobbiamo essere attenti in difesa. La Sampdoria ha giocatori molto abili davanti. Con la Roma abbiamo concesso qualcosa negli ultimi minuti perché in inferiorità numerica. Stiamo lavorando sul prendere meno gol”.

CORSA CHAMPIONS – “In questo momento Inter, Roma e Lazio sono alla pari. Tutte hanno fatto un ottimo cammino. Io parlo della mia squadra, cerca sempre di fare la partita. Adesso sono 5 finali. Lazio-Inter sarà decisiva? Non ci penso ancora, penso alla Sampdoria”.

SAMPDORIA – “Domani dovremo cercare di essere molto attenti perché la Sampdoria è una squadra che ti può creare molti problemi. Giampaolo è molto preparato e dà grande organizzazione alla sua squadra”.

MODULO – “Io penso che quest’anno dopo un anno di lavoro insieme abbiamo acquisito delle certezze. Non mi andava di cambiare modulo a seconda degli avversari: ho giocatori giusti per il 3-5-2. Marusic e Lukaku a Firenze stavano facendo bene quindi ho deciso di difendere a 4 e mettere gli altri avanti. Si passa facilmente da essere elogiati ad essere criticati: al di là dei moduli ringrazio i giocatori che in queste 50 partite sono andati oltre i propri limiti e hanno dato tutto”.

SERIE A – “Il nostro è un ottimo campionato, uno dei pochi in Europa ancora aperto per lo scudetto. Juventus e Napoli si giocheranno tutto domani e anche per la Champions, Europa League e salvezza è tutto ancora in ballo”.

MILINKOVIC E LEIVA – “Milinkovic secondo me a Firenze ha fatto una grandissima gara perché ha dovuto lavorare molto con Leiva. Ci hanno aiutato molto soprattutto nel secondo tempo: a livello di dati loro sono i giocatori che hanno corso di più nella nostra squadra”.

CHAMPIONS – “All’inizio della stagione la Champions era un obiettivo insperato ma non rimani in corsa per 33 partite a caso. Dal primo giorno del ritiro abbiamo lavorato con l’obiettivo di andare avanti il più possibile in tutto. Adesso ci mancano 5 partite. Ne abbiamo giocate 50 ad altissimo livello. Siamo sull’ultima salita e vediamo chi riuscirà a spuntarla. Faremo del nostro meglio”.

LUIS ALBERTO – “Luis Alberto è un giocatore importantissimo che domani non ci sarà. Abbiamo però Felipe Anderson, Caicedo e Nani che stanno molto bene”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here