CONFERENZA. Inzaghi: “Abbiamo già battuto due volte la Juve. Felipe-Alberto? Decisivo chi subentra” (VIDEO)

Pubblicato 02/03/2018

LAZIO JUVENTUS CONFERENZA STAMPA – Archiviata la semifinale di Coppa Italia contro il Milan, la Lazio di Inzaghi deve subito ripartire: all’Olimpico domani è attesa la Juventus. Le due compagini si affronteranno per la terza volta in questa stagione: dopo le vittorie in Supercoppa ed in campionato, i biancocelesti sono a caccia del terzo risultato utile consecutivo contro i bianconeri. Oggi il mister della squadra romana presenterà la gara direttamente dalla Sala Stampa di Formello alle 14.30.

COPPA ITALIA – “E’ normale che quando si perde una finale in quel modo può esserci delusione. Ma abbiamo dimostrato che avremmo meritato la finale. Domani avremo un avversario importante e le energie e le forze si recuperano da sole”.

JUVENTUS – “Ma sì, con la Juventus siamo riusciti nell’impresa di batterli due volte, con due grandissime prestazioni per intensità ed approccio. E’ una grandissima squadra, con un grandissimo allenatore e se non gioca Higuain, gioca Dybala (ride, ndr). Da qualunque parte guardi, è un problema”.

INFORTUNI – “Ieri, dopo la partita, c’erano moltissime botte, ma tranne Caceres nessun problema muscolare. Oggi pomeriggio c’è l’allenamento e valuterò le condizioni di tutti. Sono contento che c’è la Juventus, dà grandi motivazioni”.

LUIZ FELIPE – Luiz Felipe è un ragazzo che sta facendo molto bene, ha fatto passi da gigante, mi sta mettendo sempre in grande difficoltà. Domenica a Sassuolo ha fatto una grande partita, in Coppa ha fatto benissimo, si è assunto la responsabilità di battere il calcio di rigore. Penso che solo chi non li calcia, i rigori, non li sbaglia”.

CAMPIONATO – “Io penso che il calendario abbia messo le prime sei che si incontrano tra di loro. Sarà una giornata bellissima da vivere, ed indipendentemente da quello che faranno gli altri, conta cosa farà la Lazio. Anche se incontriamo la Juventus faremo il possibile”.

PERCORSO – “A fine partita ho detto che ero orgoglioso della squadra che allenavo. Mercoledì dovevamo fare la partita, il Milan ci avrebbe aspettato, ci penalizzava non aver fatto gol a San Siro, ma hanno fatto un percorso in Coppa Italia straordinario. Abbiamo preso un gol sul 4-0 col Cittadella, con la Fiorentina non abbiamo preso gol. Era destino che non dovevamo andare in finale, ma sono orgoglioso del gruppo che alleno”.

ATTACCO – Nani sta bene come sta bene Caicedo. Il loro problema è che sono due grandissimi professionisti e mi stanno aiutando tantissimo quando li impiego ma che hanno davanti Immobile, Luis Alberto ed Anderson. Ma loro lavorano molto molto bene”.

TATTICA – “A livello tattico la Juventus può cambiare, perché in Supercoppa giocarono 4-2-3-1, poi a Torino giocarono 4-3-3, ma indipendentemente dalla tattica noi dovremo fare la partita perfetta, anche se sarà difficile perché hanno giocatori fortissimi”.

MERCATO – “Io alla Juve? E’ normale che voci e chiacchiere fanno piacere, ma indipendentemente da questo loro hanno il miglior allenatore italiano, ha fatto grandissime cose e gli vanno fatti solo complimenti. Io sono qui da 18-20 anni e non c’è niente di più bello. Abbiamo fatto sei mesi alla grande e dobbiamo continuare così anche per quelli che mancano”.

ATTACCO LAZIO vs CENTROCAMPO JUVE – Luis Alberto ed Anderson? Chi verrà escluso dovrà accettarlo. I fatti dimostrano che chi entra a mezz’ora dalla fine può essere più determinante di chi entra dall’inizio. La Juve ha grandissima solidità, ha preso un solo gol negli ultimi mesi, giocheranno Pjanic Matuidi, ma hanno anche Bentancur Sturaro che sono grandissimi giocatori, senza dimenticare Marchisio che, per anni, è stato il trascinatore”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.