VIDEO. REJA in conferenza stampa: “Turnover? Metto in campo chi mi dà garanzie e ho visto MAURI in gran forma. Modulo? Sarà difesa a quattro”

NOTIZIE SS LAZIO – Oggi poco dopo le ore 14:00 il tecnico biancoceleste Edoardo REJA prende la parola in conferenza stampa presso il Centro Sportivo di Formello per presentare il lunch match di domenica contro il CATANIA, gara valida per il 24° turno di Serie A.

LAZIONEWS.EU SEGUE LA CONFERENZA IN TEMPO REALE DALLA SALA STAMPA DI FORMELLO

confREJAcatania4

Da Catania parte un ciclo decisivo?
Sì, veniamo da un momento buono e dobbiamo dare continuità. Con un risultato positivo aumenterebbero le chance per raggiungere le posizioni che sono alla nostra portata. Abbiamo una concorrenza vasta, come Verona, Milan e Torino”.

Da domani si apre un lotto di partite decisivo?
Pensiamo alla partita di domani, è chiaro che uscendo di Catania con un risultato positivo una spinta per il futuro. La Lazio ha un ritmo altro da tenere per tutta la gara.

Che Lazio vuole a Catania?
“Novanta minuti di una Lazio convinta, aggressiva. Una squadra che abbia un ritmo superiore per l’intera partita. Al Catania è tornato Maran, che conosceva già l’organico e ha migliorato le cose. A Parma meritavano di vincere contro una formazione di valore che abbiamo affrontato in Coppa Italia. Stanno vivendo un momento di convinzione, troveremo un ambiente caldo, come sempre al Sud, avranno una grande spinta da parte dei loro tifosi e la squadra mi sembra in ottima salute. Dobbiamo alzare il ritmo più possibile e tenerlo per 90 minuti”.

Come stanno i portieri?
Marchetti non è a posto, non è una scelta tecnica,  nel giro di 15-20 giorni sarà recuperato potrebbe essere un inizio di pubalgia.

Parlando di immediato e anche di futuro: cosa serve a questa squadra per un salto di qualità?
Sto cercando di trovare l’assetto giusto perché ho varie opzioni; cercheremo di valutare i nuovi perché i vecchi li conosciamo già. Valuteremo attentamente la loro crescita ma non possono pretendere che siano loro a risolvere i problemi da soli, stanno lavorando bene, vedo tanto impegno e speriamo di aumentare la partite per fare si che tutti possano far veder il loro valore passando il turno di Europa league. Saranno per forza impiegati, hanno tante qualità ma non l’esperienza dei vecchi.

Klose rinnova? Può diventare un uomo immagine della Lazio?
E’ un personaggio straordinario che si sta impegnando al massimo, durante la settimana non lesina l’impegno e va oltre il 100%.. E’ uno che si cura maniacalmente sotto il punto di vista fisico, sarebbe un investimento importante anche per il futuro.

confREJAcatania3

Il turnover partirà da giovedì?
Si, la squadra sta bene.  Biglia tornerà in campo e ho tante altre opzioni con Mauri, Keita, Gonzalez, Onazi. Cercherò di ruotare qualcuno ma domani giocheremo a 4. Chi va in campo deve darmi garanzie. Alla partita di Europe League ci penseremo dopo Catania e valuteremmo come stanno tutti. Con la difesa a quattro ho anche un’opzione in più in fase offensiva.

Ci crede all’Europa? Che percentuali ha?
Dipenderà da noi, domani sarò impegnativa per questo e sarà importante per questo. È un campo che non porta bene, se vinciamo avremo più convinzione per il traguardo Europa e se giochiamo come sappiamo e come credo avremmo più convinzione per avvicinare quell’obiettivo. Nelle prossime due gare si faranno considerazioni più realistiche, Siamo leggermente in ritardo non fuori dalla lotta.

Come sta la rosa e come ha visto Mauri?
Lui sta benissimo si è tolto un peso che aveva addosso. Sto pensano anche di utilizzarlo  perché sta bene. Lui mi può dare qualcosa in più da centrocampo a salire. Può giocare nei tre a metà campo anche oltre che alle spalle della punta come in passato.

Quale è l’insidia maggiore domani, teme un calo di tensione?
No, cali di tensioni no. Per raggiungere obiettivi importanti, come merita la Lazio,  si deve aumentare l’intensità e il gioco e creare più opportunità come contro il Chievo. Nel derby la Roma, che ha un altro spessore, ci ha messo in difficoltà nella ripresa, dovevamo e potevamo fare meglio. A Catania ho bisogno di intensità  e di ritmo domani per tutta la gara perché loro si giocano una buona parte di salvezza. A noi i compito idi controbattere colpo su colpo

confREJAcatania2

Come sta Perea?
Volevo utilizzarli dall’inizio ma ha problemi al retto femorale, niente di grave ma non volevo rischiarlo, l’ho lasciato fuori per precauzione. Verrà in panchina, se mi servirà lo metterò dentro, ma preferirei non farlo. I medici, però, mia hanno assicurato che nono ci sono problemi.

Un giudizio su Kakuta e Postiga?
Kakuta mi sta piacendo in allenamento: è tecnico, salta l’uomo, ha un gran cambio di passo e ha un tiro potente. Avremo modo di vederlo in Europa League o in campionato, ha mezzi importanti che deve far vedere nelle gare ufficiali che hanno un’altra valenza. Per Postiga devo fare mea culpa insieme allo staff medico, perché abbiamo forzato il recupero: con il muscolo gemello non si può scherzare, abbiamo cercato di forzare, lui ha detto di voler provare ma si è complicata la situazione. Dovremo aspettare tempi più lunghi, lui ha ricevuto una botta intorno al 23 gennaio, prima le aveva giocate tutte. E’ venuta fuori questa situazione in un momento di necessità, considerando le gare ogni tre giorni. Vediamo in settimana e spero di avere notizie positive dall’infermeria già per domenica

Un giudizio su Minala?
Io credo che sia tutto a posto, viene da una squadra dilettantistica, i documenti e il passaporto dicono che è tutto regolare.

confREJAcatania1

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.