Pioli: “Biglia sta bene e domani giocherà. Credo nella squadra e nell’Europa”

Pubblicato il 10/02 alle ore 15.42

CONFERENZE STAMPA – Mercoledì “atipico” per la Lazio: oggi è già giorno di vigilia. Giovedì, infatti, c’è la sfida contro l‘Hellas Verona da affrontare – una gara valida per la 25a giornata di campionato -, ma prima ci sarà la canonica conferenza stampa del tecnico biancoceleste: “La S.S. Lazio comunica che il tecnico biancoceleste, Stefano Pioli, interverrà in conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Hellas Verona mercoledì 10 febbraio alle ore 15:30, presso la sala stampa del Centro Sportivo di Formello”, si legge sul sito ufficiale del club.

Lazionews.eu segue l’evento in diretta
con Riccardo Caponetti

Domani l’imperativo è vincere?

“Si, assolutamente, vogliamo fare bene e quindi vincere. Anche se troveremo un avversario in buone condizioni che vorrà fare una grande partita.”

La squadra ci crede nell’Europa?

“Si, per come i miei giocatori stanno lavorando si. Nonostante il momento non sia semplicissimo e la classifica non sia la migliore si stanno allenando con grande dedizione, attenzione e voglia”

Nello schierare la squadra domani penserà al Galatasaray, considerando l’emergenza in difesa?

“E’ vero che siamo in emergenza e abbiamo solo un terzino destro, ma la partita di domani è importante e schiererò la formazione migliore”

Come sta Candreva?

“Per come si sta allenando sta bene, ha recuperato dall’infortunio subito contro il Napoli e credo sia a disposizione”

Vi sta mancando il gioco sulle fasce? Sembrano mancare le sovrapposizioni e i meccanismi…

Credo che se ci sia una delle poche cosa che non ci manca è il gioco sulle fasce, siamo la squadra che crossa di più. Ci manca la concretizzazione, la finalizzazione e l’attacco alla porta e fare la scelta giusta al momento giusto. Dobbiamo muoverci tempo e velocizzare i tempi di gioco, nel calcio sono fondamentali”

Perchè c’è molta manovra e poca presenza in area?

E’ vero, è un dato oggettivo che stiamo segnando meno con gli attaccanti. Per il nostro modo di giocare mancano anche gli inserimenti dei centrocampisti, un nostro punto di forza che ci dovrebbero garantire delle situazioni da gol”

Crede ancora nel progetto Lazio e nel suo futuro a Roma?

“Credo di aver letto delle cose che mi hanno lasciato sorpreso e stupito, ma capisco che il vostro non sia un lavoro molto sempre. Bisogna essere molto creativi per trovare notizie tutti i giorni, io credo che non sia giusto fare le valutazioni a stagione in corso, ho sempre ragionato così e mancano ancora 14 partite di campionato e le cose nel calcio possono cambiare in modo molto veloce. A fine anno, poi, ognuno farà le proprie valutazioni. Io sono concentrato per far si che questa sia una stagione positiva, è chiaro che ora siamo indietro rispetto alle nostre aspettative. Parlo delle cose oggettive e la Lazio a Genova a fatto una grande partita, ci è mancato il gol. Credo nella mia squadra e nei miei giocatori e credo nell’Europa”

Le prossime due, tre partite di campionato saranno quelle decisive?

“Questo è il momento in cui nel girone di andata abbiamo raccolto molti punti e dobbiamo fare la stessa cosa se vogliamo centrare il nostro obiettivo. Arriverà il turno di Europa League, ma quella di domani sera è una partita importante per la nostra classifica ed il nostro momento, contro un avversario che crede giustamente nella salvezza”.

Su F.Anderson…

“L’anno scorso ha ottenuto magnifici risultati. Mi viene difficile parlare dell’anno scorso, faccio fatica. Tutto il contesto funzionava bene, andava nella stessa direzioni. Quest’anno sta vedendo a mancare anche qualcosa di squadra e se i singoli non rendono non è soltanto colpa dell’individuo

Delneri ha detto che lo stadio vuoto vi favorisce, che le risponde?

“Il nostro ambiente quest’anno non è l’ideale, anche per colpa nostra. Io preferisco giocare in uno stadio pieno anche polemico e critico, ma comunque che ti dà stimoli, piuttosto che in uno stadio vuoto. Delneri lo conosco, lo stimo, l’ho seguito ai tempi del Chievo e cercherà di avere strategie vincenti”

E’ rimasto sorpreso dalle dichiarazioni di Irrati?

“Non sono sorpreso”

E’ allenabile la mancanza di lucidità?

“Anche l’anno scorso abbiamo passato un momento simile, cerchiamo di migliorare. E’ un dato negativo e già da domani mi aspetto dei risultati diversi per quello che abbiamo provato”

Su Biglia

“Biglia è recuperato e giocherà perchè non corre nessun rischio. Credo che abbia bisogno di giocare, deve trovare ritmo”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.