Diaconale: “Non vogliamo credere al complotto ma il campionato è falsato”

DIACONALE CAGLIARI LAZIO – Non si placano le polemiche in merito all’arbitraggio che in questa stagione ha più volte penalizzato la Lazio. L’ultimo caso è arrivato ieri nel match contro il Cagliari. Ai biancocelesti è stato negato un rigore solare su Immobile che Guida non ha visto e il Var ha giudicato inesistente. Sull’arbitraggio spesso a sfavore si è espresso ai microfoni di ‘Radio Incontro Olympia’ anche Arturo Diaconale, capo della comunicazione della Lazio.

DIACONALE SUGLI ARBITRI – “Il campionato è falsato, anche se la Lazio non vuole credere al complotto. Il malanimo della categoria arbitrale nei nostri confronti è evidente. La Lazio sta continuando ad essere danneggiata in questo campionato, compromettendo l’ottimo lavoro svolto sul campo che i risultati stavano e tuttora stanno premiando. Anche ieri a Cagliari, due pesi e due misure sono stati utilizzati per giudicare i due episodi dei calci di rigore dei rossoblù e dei biancocelesti. Ad oggi possiamo perentoriamente affermare che il nostro campionato è falsato, tuttavia la Lazio non vuole credere alla teoria del complotto. Ciò nonostante, è oramai evidente il malanimo che serpeggia nella categoria arbitrale nei nostri confronti. C’è che chi sbaglia ripetutamente senza mai pagare. Lotito? In questo vuoto di potere, è meglio che resti defilato. La società intanto è sempre attenta e vigila soprattutto perché lo deve ai suoi splendidi tifosi, che nel frattempo possono e debbono manifestare il loro dissenso in toni sportivi e civili”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.