Ex tm Anderlecht: “Biglia vive la finale come un sogno. Non è stato valorizzato in Belgio, la Lazio gli ha fatto bene”

BRASILE 2014- Si incontrarono ormai 8 anni fa in Belgio e non si sono più persi. Lucas BIGLIA e Josè GARCIA, l’ex team manager dell’Anderlecht, sono rimasti in contatto negli anni e, ora che El Principito sta per affrontare la partita più importante della sua vita, il suo amico non perde occasioni per elogiarlo ai microfoni di rtbf.be: “Ho trovato Biglia molto bene in questo Mondiale, a suo agio e piuttosto tranquillo nelle gare in cui è sceso in campo, in particolar modo contro il Belgio. Non sono affatto sorpreso di vederlo tra i titolari. Sono in contatto con lui ogni giorno e ho visto che stava acquistando punti, l’ha detto anche a me. Si vedeva che l’allenatore gli avrebbe concesso presto la sua fiducia”. Per BIGLIA è un sogno, ancora non ci crede: Lucas è su una nuvola, è un sogno per lui. Potete immaginare, giocare una Coppa del Mondo e ora la finale. Se arrivò all’Anderlecht era per poter giocare un giorno la finale del Mondiale. Il ct gli diceva che non giocando più nel campionato belga avrebbe potuto rivendicare un posto in Nazionale”. GARCIA sottolinea poi quanto sia stata importante per l’argentino l’esperienza in biancoceleste: E’ chiaro che si è evoluto fisicamente, me l’ha detto. Lasciato l’Anderlecht, ci sono voluti 6-7 mesi di adattamento al campionato italiano, nel quale ha cambiato passo. Sono sempre stato sorpreso dal fatto che in Beglio non abbiamo mai valorizzato al meglio Biglia. Probabilmente era un campione in divenire e non l’abbiamo capito. E’ stato spesso criticato ed a torto”. Ci sarà in campo, GARCIA non lo mette in dubbio: Conoscendolo, non la perderà per niente al mondo. All’Anderlecht ha giocato anche infortunato o malato, in pessime condizioni. Questo è un ragazzo che ha spirito di sacrificio e realizzerà il suo sogno. Se l’allenatore glielo permetterà, giocherà questa finale”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.