INTER-LAZIO. MANCINI: “Subire subito gol ci ha creato difficoltà, buona reazione nel secondo tempo”

INTERVISTE POSTGARA – Il tecnico dell’Inter è riuscito a rimettere in piedi una partita che nel primo tempo sembrava compromessa. Alla fine dei 90 minuti è arrivato un pareggio che non accontenta nessuno. Queste le parole dell’allenatore nerazzurro nel postpartita:

MANCINI A SKY

Occasione sprecata?
“Quando subisci il gol dopo due minuti ti cambiano i programmi. Hanno trovato molto spazio e noi abbiamo trovato difficoltà. Nel secondo tempo la squadra ha reagito bene”.

Sugli errori dei difensori.
“Abbiamo commesso degli errori purtroppo ma lo sapevamo già che in un mese non poteva cambiare tutto, ci vuole un po’ di tempo. Abbiamo subito gol perché abbiamo fatto errori e non per l’assetto tattico scelto”.

Molti giocatori soffrono San Siro.
“Un po’ di paura c’è, soprattutto quando le partite si mettono male come stasera. Dobbiamo superare questa cosa”.

E’ mancata l’intensità?
“Non parlo di queste cose con voi ma con i giocatori. Per affrontare una partita così devi giocare subito forte e il gol subito ci ha creato difficoltà”.

Su cosa bisogna migliorare?
“La squadra deve continuare a lavorare. Dobbiamo avere la continuità per tutta la partita”.

Sul gol di Kovavic.
“Sta migliorando ma non grazie a me ma perché ha molta qualità. Sta crescendo e ha tutte le qualità”.

MANCINI A MEDIASET

Differenza tra i due tempi.

“Abbiamo sbagliato, il gol dopo due minuti ha creato grandi problemi. Abbiamo lasciato troppi spazi, ci siamo mossi poco. Il gol ci ha creato grande difficoltà, il secondo anche peggio. Il gioco non è stato deludente, nel secondo tempo meglio, la squadra ha creato.”

Ci ha stupito la formazione senza Medel.

“No pensavo che ci potesse dare più aggressività essendo tre molto alti. Kovacic doveva pressare Ledesma. Il gol ci ha disuniti, Ledesma giocava troppo. Non è colpa del modulo ma dell’atteggiamento”.

Sull’intervallo.

“Le partite si recuperano spesso da 0-2 e a volte si vincono anche, Dovevamo essere attenti a non commettere errori nel primo tempo”.

Sulle posizioni in campo

“Siamo stati molto alti e rischiavamo. Nel secondo tempo eravamo meno disuniti, è cambiato l’atteggiamento. Kovacic al di là del gol può giocare in diversi ruoli”.

Sul rientro di Hernanes.

“hernanes ha grande qualità di tecnica corsa e può diventare importante. Anche lui può ricoprire diversi ruoli. Ha anche piedi buoni e diventerà fondamentale”.

Sulla classifica dell’Inter.

“La classifica poteva essere migliore di poco, se riuscissimo a fare una serie di vittorie possiamo raggiungere chi ci è davanti.”

 MANCINI ALLA RAI

“Non credo che il problema non sia il modulo, ma l’atteggiamento della squadra: il gol dopo due minuti ci ha messi in difficoltà per il primo tempo. La squadra non ha giocato male, ma forse ha lasciato troppi spazi alla Lazio che sa mettere in difficoltà tutti; nella ripresa siamo stati più aggressivi, cosa che dovevamo fare nel primo tempo. Il nostro atteggiamento? Siamo mancati in aggressività, i miei giocatori devono imparare a giocare bene a calcio, i falli si possono fare ma vanno fatti in maniera furba. Nel primo tempo i centrocampisti avrebbero dovuto attaccare Ledesma nel primo passaggio, cosa che non abbiam mai fatto. Poi Anderson è stato bravo nel fare gol”.

MANCINI A INTER CHANNEL

“Rammarico c’è, ma la partita si poteva anche perdere. A Torino speriamo di fare bene sia il primo che il secondo tempo. L’importante è che la squadra continui a fare cose buone. Cosa ho detto a fine primo tempo? Il gol di Kovacic se sei sotto aiuta, ma se vediamo nel primo tempo abbiamo avuto troppo foga. La squadra in un mese è migliorata tantissimo, nei movimenti e nel palleggio; ora la speranza nostra è recuperare i sei punti che ci dividono dal terzo posto. Gol di Kovacic? lui migliorerà, non per merito mio ma perché ha delle qualità: se si allenerà bene diventerà un campione. Nagatomo-Dodò assieme? Non sono giocatori che sono soliti star lì, ma il problema non è stato quello: eravamo sfilacciati come squadra”.

MANCINI IN CONFERENZA STAMPA

La gara di questa sera crea qualche dubbio alla squadra? Senza Medel dall’inizio è stato più difficile?

“Possiamo giocare con Medel dall’inizio, come anche no. Non è una questione relativa a un singolo giocatore, il fatto di aver preso gol subito ci ha penalizzato molto. Non abbiamo avuto la giusta intensità nel primo tempo, mentre nel secondo sì”.

Il secondo tempo è il punto di partenza?

“A Torino possiamo vincere, può succedere di tutto. Subiamo dei gol su errori palesi, normalmente non andrebbero commessi. Dobbiamo continuare a lavoare, considerando anche le cose ottime del secondo tempo”.

Da cosa è nata l’idea tattica del primo tempo?

“Volevamo due giocatori larghi, per dare l’occasione a Kovacic e Guarin di far male internamente. Il gol ci ha complicato le cose, poi abbiamo cambiato e le cose sono andate bene”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.