INZAGHI si sente a casa: “Mi sembra di allenare da sempre questi ragazzi” Sul match di Coppa con l’INTER: “Sono una corazzata”

INZAGHI LAZIO JUVE STABIA

 

PRIMAVERA SS LAZIO- Esordio col botto. Simone INZAGHI esordisce in una partita ufficiale sulla panchina della Primavera della Lazio e il risultato dà ragione all’ex tecnico degli Allievi Nazionali: Juve Stabia schiantata 4-0 grazie ai gol di Sculli e Tounkara nel primo tempo e di Lombardi e ancora Tounkara nella ripresa. L’allenatore biancoceleste ha espresso la sua soddisfazione ai cronisti presenti al termine del match.

E’ soddisfatto della prestazione dei suoi contro una squadra in forma come la Juve Stabia?

“I ragazzi hanno fatto una buona partita contro una squadra non semplice che ha giocatori come Gargiulo, classe ’94, che ha giocato anche in serie B e davanti poteva dar fastidio, ma i miei ragazzi sono stati bravi a interpretarla; una volta sbloccato il risultato è andata sempre meglio, ma il risultato è giusto e un plauso va dato alla Lazio, siamo contenti. Questa era la prima partita, ma ora mercoledì ce n’è subito un’altra con l’Inter (semifinale di andata della Coppa Italia, ndr).”

Ha notato delle differenze tra Primavera e Allievi Nazionale?

“Io questi ragazzi li ho allenati anche negli Allievi, ad eccezione di Minala e Seck, quindi mi sembrava di averli sempre allenati.”

Su Elez, oggi schierato come difensore centrale, ma da Bollini utilizzato a centrocampo. Lei in che posizione lo vede?

“Oggi mi serviva lì in difesa dal momento che mancava il capitano Serpieri che spero di riavere il prima possibile. Se ho Serpieri e Ilari che sono in forma Elez può anche giocare a metà campo perchè ha buona visione di gioco, deve solo velocizzare la manovra, ma è un grandissimo giocatore e può darci una mano. Rinunciare a giocatori come Serpieri e Ilari non sarebbe giusto, perchè hanno quell’esperienza in più che ai giovani serve.”

Mercoledì arriva l’Inter al ‘Fersini’. Come preparerete la gara?

“Troveremo un’Inter arrabbiata dopo le sconfitte con il Milan e con il Chievo di oggi, match di cui ho visto il primo tempo. Sicuramente arriverà una corazzata, oggi aveva 25 giocatori e ben 6 nuovi dall’inizio, ma noi la prepareremo bene; domani è giusto che i ragazzi si riposino, poi lunedì e martedì penseremo ai nerazzurri.”

Oggi l’esordio di Seck; che giocatore è?

“E’ un buonissimo elemento che ci darà più scelta, ma ora toccare questa linea difensiva con Pollace, Filippini, Serpieri, Ilari ed Elez è difficile ma è un ragazzo del ’96 che può crescere tanto, l’ho inserito negli ultimi minuti e ora deve trovare i meccanismi e i movimenti giusti, ma la Lazio punterà su questo ragazzo.”

Cosa può dire su Pace, che oggi ha giocato per la prima volta da titolare? Ci punta?

“E’ un ragazzo che con me negli Allievi Nazionali ha giocato sempre, oggi ha fatto una buonissima partita, l’ho visto bene in settimana e oggi era giusto che giocasse. Sono molto contento di lui e ora dovrà convincermi per farlo sempre giocare dall’inizio. Ricordo anche che oggi eravamo senza due giocatori fondamentali come Murgia e Crecco, ma penso a Silvagni e allo stesso pace che oggi hanno fatto molto bene e sono felice di loro, hanno dato tutto. Di partite ce ne sono ancora tante, anche con il Viareggio, quindi ci sarà spazio per tutti.”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.