ITALIA, al via il primo allenamento di CONTE: CANDREVA e PAROLO subito testati nei titolari

NON SOLO LAZIO – Oggi a Coverciano è scattata ufficialmente l’era Conte per la Nazionale azzurra di calcio…

AGGIORNAMENTO ORE 20.00 – Primo allenamento e prime indicazioni tattiche della nuova Italia di Conte: si va verso il 3-5-2 di juventina memoria, con i due biancocelesti presenti nella rosa azzurra che viaggiano verso l’impiego dal primo minuto il prossimo 4 settembre a Bari dove si affronterà l’Olanda. Il neo ct ha testato la seguente formazione: Buffon, Ranocchia, Bonucci, Chiellini, Candreva, De Rossi, Parolo, Marchisio, Pasqual, Immobile, Giovinco. 

AGGIORNAMENTO ORE 12.50 – Con l’allenamento iniziato questa mattina al centro tecnico di Coverciano, ha preso il via la nuova avventura di Antonio Conte da commissario tecnico della nazionale. Si sono già aggregati anche il portiere Sirigu e il centrocampista Verratti nonostante il posticipi di ieri sera in campionato con il Paris Saint Germain. All’appello, come sottolinea l’Ansa, manca solo l’attaccante della Roma Destro, in permesso perché oggi si sposa; raggiungerà il ritiro azzurro domani. Il programma odierno prevede un’altra sessione di lavoro nel pomeriggio tutto rigorosamente a porte chiuse. Antonio Conte ha portato da subito i suoi metodi e il suo modo di fare (tanti consigli e suggerimenti a voce alta, con la consueta grinta) a Coverciano, per il primo allenamento alla guida della Nazionale che riparte dopo il flop ai Mondiali in Brasile. Conte ha radunato i giocatori sul campo e, dopo un po’ di lavoro fisico, spazio a quello prettamente tattico: due squadre in campo, modulo 3-5-2, da una parte Ranocchia, Bonucci, Chiellini, Candreva (Darmian), Parolo, De Rossi, Marchisio, De Sciglio, Immobile, Giovinco. Dall’altra Paletta, Bonucci, Astori, Maggio, Florenzi, Verrasti, Giaccherini, Darmian (Pasqual), El Shaarawy, Zaza. Una formazione attaccava e l’altra stava ferma a studiarne schemi e movimenti, secondo un’alternanza tipica di quello che il neo-ct è solito adottare nei suoi allenamenti. Il ct azzurro si è prestato all’iniziativa benefica dell’Ice Bucket Challenge nel corso del primo giorno di ritiro degli azzurri a Coverciano. “La Sla fa molta paura – ha detto Conte – l’unico modo per combatterla è la ricerca, e le donazioni sono molto importanti”. Il ct ha nominato l’allenatore dell’under 21 Luigi Di Biagio e il ct della nazionale femminile Antonio Cabrini.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.