La delusione di BIGLIA: “Tutto il bene fatto non ha più senso. Abbiamo creato di più, ma i dettagli hanno fatto la differenza”

NOTIZIE LAZIO – La grande gioia di Miroslav KLOSE, le lacrime di Lucas BIGLIA. In una finale c’è chi festeggia e chi riflette sull’occasione fallita e il centrocampista argentino della LAZIO esprime tutta la sua amarezza.

AGGIORNAMENTO ORE 16.47 – “Siamo molto tristi. La sensazione è che tutto il bene che abbiamo fatto fino ad oggi non abbia avuto senso, al di là del secondo posto la delusione è enorme”. Non si dà pace Lucas BIGLIA, all’indomani della sconfitta bruciante ai supplementari contro la Germania nella finale Mondiale. “Abbiamo avvertito molto la differenza fisica tra noi e loro nel finale di gara. Il cuore ci ha spinto a voler continuare senza arrendersi, ma dal punto di vista fisico sento molto la stanchezza -le parole riportate da ‘mdzol.com’-“. Eppure ai punti, secondo il centrocampista, avrebbe avuto la meglio l’albiceleste. “Penso che abbiamo fatto molto bene perché abbiamo creato molte più situazioni rispetto a loro, ma come ho già detto, abbiamo commesso dei piccoli errori. In questo tipo di gare anche i dettagli più piccoli fanno la differenzaLa delusione oggi è grandissima. Ci è mancato quel pizzico di fortuna per arrivare alla vittoria”.

C’è molta tristezza, abbiamo fatto qualche errore e l’abbiamo pagato -ha detto a ‘Rai Sport’-. C’è il rimpianto di essere arrivati sin qui in finale, contro una grandissima squadra. Meritavamo di più, abbiamo creato due, tre situazioni interessanti, potevamo segnare ma non le abbiamo sfruttate. Adesso la delusione è troppo grande. Abbiamo cercato di conquistare il titolo e abbiamo fatto il possibile: abbiamo avuto occasioni chiare, ma i piccoli errori si pagano a caro prezzo“. Delusione che BIGLIA esprime anche in zona mista: “Siamo molto tristi. Dobbiamo ringraziare le persone che sono venute, l’unica consolazione è l’affetto che riceviamo al di là della sconfitta“, conclude.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.