La LAZIO festeggia 115 anni. PIOLI: “Vogliamo fare la storia”. LOTITO: “Programmiamo un grande futuro” (FOTO & VIDEO)

NOTIZIE LAZIO – 09/01/1900 – 09/01/2015, 115 anni di gloriosa storia biancoceleste. Festa grande per tutto l’ambiente biancoceleste che si è ritrovato all’Auditorium per celebrare un evento fortemente voluto da tutte le sezioni della polisportiva, la più grande d’Europa. La manifestazione è stata presentata da Pino Insegno ed ha visto la partecipazione di illustri personalità laziali, tra cui i rappresentanti della sorella maggiore, la sezione calcio. Lotito, Tare e Pioli hanno risposto presente, insieme ad alcuni membri della Primavera.

 

10012015 Pioli 9 gen 10012015 Tare 9 gen

L’allenatore e il patron sono stati tra gli ospiti che dall’alto del palco hanno dedicato un pensiero ai tifosi laziali.

Mister Pioli, interrogato sulla storia biancoceleste, si è fatto trovare pronto: “Prima di arrivare la Lazio mi sono documentato, so che siamo la prima squadra della Capitale vogliamo portare in alto questi colori. Voglio ringraziare tutti voi, ci teniamo, inoltre, lasciare un segno nella storia già da domenica”.


Stefano Pioli festa 9 gennaio 115 anni by lazionews

Poi, è arrivato anche il turno del presidente Lotito, accolto da qualche fischio. L’intervento del presentatore, che ha ricordato la situazione di festa, ha placato gli animi. Queste le parole del patron biancazzurro: ““Sono contento che Pioli abbia ricordato che siamo la prima squadra della Capitale. Noi stiamo programmando un futuro di grandi risultati. Una casa deve essere formata sul cemento armato, noi vogliamo dimostrare con il lavoro che si possono raggiungere i risultati. Oggi siamo tranquilli e sereni, procediamo a piccoli passi, quei passi che macinano e credono in una crescita. Noi stiamo programmando un futuro di grandi risultati, ma ci vuole tempo non abbiamo la bacchetta magica. Questo lo dico perchè una casa deve essere costruita sul cemento armato, noi dobbiamo dare dimostrazione alla gente che con il lavoro e la programmazione si raggiungono i risultati. Lo dico perché parlando del settore giovanile tutti lo contestavano oggi è quello dal ranking più alto in Italia. I nostri giocatori sono sparsi in giro per l’italia che diventeranno titolari in prima squadra. La cosa principale è l’unione. Lotito è uno strumento, che non coltiva interessi personali, non posso tagliarmi la testa, a qualcuno farebbe piacere. Insieme raggiungeremo grandi traguardi lo dimostreranno i fatti. Abbiamo un vantaggio: siamo abituati a soffrire, la nostra storia è stata costellata di valori e sacrifici. Valori olimpici e di superamento di steccati razziali, sociale ed economici. La nostra forza è l’unità. Noi siamo simbolo di unità, umiltà e onorabilità!”


Lotito discorso festa Lazio 9 gennaio 2015 by lazionews

Sul finire delle dichiarazioni di Lotito, Felice Pulici, storico portiere della Lazio del passato, si è alzato in piedi ed ha obiettato: “Non lo stai dimostrando!”, per poi lasciare la sala.


(parte 2) Discorso Lotito festa Lazio 9 gennaio 2015 interrotto da Pulici by lazionews

Piccolo imprevisto sulla scia delle contestazioni che si protraggono da molto tempo, ma nulla per cui rovinare la festa della Lazio e dei laziali, che è proseguita spedita con l’intervento di altri grandi biancocelesti, come Pino Wilson, Enrico Montesano e un pensiero di Renato Zero alla memoria del suo caro amico Aldo Donati.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.