LA MOVIOLA, Acerbi segna, il VAR (giustamente) annulla. Bene Orsato, da ripassare la regola del “vantaggio”…

ATALANTA LAZIO MOVIOLA – Il ‘Monday Night’ della 16esima giornata di Serie A propone la sfida tra Atalanta e Lazio, due formazioni che hanno come obiettivo stagionale la conquista dell’Europa. Quattro punti separano in classifica le squadre e a Bergamo l’Atleti Azzurri d’Italia è gremito in ogni ordine di posto. Proprio per questo, ad arbitrare la partita, è stato designato un direttore di gara esperto come Daniele Orsato. Al VAR Manganiello. Nel primo tempo tanti scontri fisici che il direttore di gara gestisce lasciando correre e senza interrompere il gioco. Tre i rigori richiesti, su uno di questi viene anche chiamato il VAR. Nella ripresa gli episodi calano ma aumentano le ammonizioni: al triplice fischio sono ben 6 i cattivi. Da segnalare un’errata gestione del vantaggio che poteva costare cara alla Lazio. Nei minuti di recupero, poi, il VAR torna decisivo per annullare un gol di Acerbi che le immagini rivelano essere irregolare. Ma andiamo a rivedere con la nostra moviola tutti gli episodi del match.

PRIMO TEMPO 

1′ GOL ZAPATA – Dura sessanta secondi l’equilibrio del match. Una leggerezza del reparto arretrato biancoceleste porta Zapata a calciare da dentro l’area piccola. Strakosha battuto senza difficoltà e gol regolare. 

12′ MANO MANCINI – La Lazio chiede un rigore per un presunto tocco di mano in area di rigore. Correa va al cross dal limite, la palla sbatte sul braccio di Mancini che però era attaccato al corpo. Giusto non fischiare nulla. 

14′ CONTATTO WALLACE-ZAPATA – Non rigore da una parte, non rigore dall’altra. Zapata va a terra in area dopo un contrasto spalla a spalla con Wallace. La spinta non c’è, l’attaccante si è lasciato cadere. 

37′ AMMONIZIONE PAROLO – Doppio intervento ravvicinato di Parolo su Gosens. Per Orsato sono fallosi entrambi ma il laziale non è d’accordo e protesta vivacemente. La prima volta l’arbitro lo “perdona”, la seconda no. 

42′ MANO ZAPATA – Interviene il VAR per visionare un contatto con la mano di Zapata in area. In realtà il colombiano colpisce la palla con il gomito e girato di schiena. Giusto non dare il rigore alla Lazio. 

45′ – Si va al riposo senza recupero. 

SECONDO TEMPO 

48′ – AMMONIZIONE ZAPATA – Momenti di paura per Strakosha. Colpito involontariamente sul volto da un calcio di Zapata, il portiere rimane a terra, stordito. Orsato estrae il giallo per la pericolosità dell’intervento, non per la rudezza. 

60′ AMMONIZIONE WALLACE – Intervento in ritardo di Wallace su Zapata che non trova l’impatto sul pallone ma solo le gambe dell’avversario. Giusto il giallo. 

60′ VANTAGGIO SI O NO? – Strana decisione di Orsato che sul contatto tra Wallace e Zapata concede inizialmente il vantaggio poi il cross di Gosens finisce direttamente sul fondo e il direttore di gara decide allora di fischiare la punizione. Giusto dare il giallo al brasiliano, ma non una seconda chance all’Atalanta. Il calcio da fermo di Ilicic, poi, non ha portato conseguenze. 

86′ AMMONIZIONE LUKAKU – Lukaku si allunga la palla dopo un controllo difettoso, De Roon gliela strappa ed il belga lo ferma fallosamente per evitare una pericolosa ripartenza. Giallo da regolamento. 

87′ AMMONIZIONE DJIMSITI – Correa fermato irregolarmente da Djimsiti che lo colpisce fallosamente da dietro. Ammonizione giusta. 

90′ – 4 minuti di recupero. 

 92′ GOL ANNULLATO ACERBI – La Lazio trova il pareggio all’ultimo respiro. Luis Alberto crossa al bacio per Acerbi che parte sul filo del fuorigioco ed insacca di testa all’angolino. Orsato, però, ferma tutto. Il VAR controlla per oltre due minuti la posizione di partenza del difensore al momento del lancio dello spagnolo. Le immagini rivelano che Acerbi era avanti di UN PIEDE rispetto a Masiello, ultimo uomo. 

92′ AMMONIZIONE ACERBI – Acerbi viene ammonito per essersi tolto la maglia nel momento dell’esultanza del gol. La rete, poi, verrà annullata. 

95′ – Triplice fischio. 

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.