LA MOVIOLA la Lazio chiede un rigore che non c’è ma all’Apollon manca un rosso

APOLLON LAZIO MOVIOLA – La Lazio approda a Cipro per la terza volta nella sua storia. A Limassol i biancocelesti sono impegnati nella penultima giornata del gruppo H di Europa League. L’Apollon, già matematicamente fuori dalla competizione, affronta l’undici di Inzaghi ancora in corsa per il primo posto nel girone. A dirigere la partita è stato designato il signor Reinshreiber. Il fischietto israeliano non ha mai arbitrato una squadra italiana in carriera. Il VAR non è utilizzato nella competizione. Il primo tempo scorre via senza episodi di rilievo. Già in avvio l’arbitro fa capire che intende lasciar giocare e su molti contatti dubbi decide di non intervenire. L’Apollon, in particolare, chiede un rigore per un contatto tra Bastos e Faupala ma la decisione di non concederlo è corretta. Nella ripresa la partita s’incattivisce e i cartellini gialli estratti, al triplice fischio, sono ben quattro. L’ultimo, mostrato a Markovic, doveva essere rosso ma l’arbitro lo grazia. Nel secondo tempo è la Lazio a chiedere un rigore ma anche questo non c’era. Ma andiamo a rivedere con la nostra moviola tutti gli episodi del match.

PRIMO TEMPO

2′ FUORIGIOCO CORREA – Il primo fischio dell’arbitro ferma Caicedo, lanciato in profondità da Correa. L’argentino, al momento della ricezione prima dell’assist al compagno, era in fuorigioco, anche se per pochi centimetri.

4′ CONTATTO BASTOS-FAUPALA – Subito un contatto dubbio in area. L’Apollon chiede un rigore per un intervento di Bastos su Faupala. L’angolano va in scivolata, l’attaccante cade sul corpo dell’avversario già a terra prima del suo movimento. Giusto non fischiare nulla.

18′ AMMONIZIONE MURGIA – Intervento in ritardo di Murgia su Sardinero. Il laziale entra in scivolata sull’avversario all’altezza del centrocampo ma prende solo il giocatore. Gesto non cattivo ma il giallo è da regolamento.

30′ GOL FAUPALA – L’Apollon va in vantaggio con un autentico capolavoro di Faupala. Joao Pedro crossa in area per il francese che gira in rovesciata la palla in rete. Posizione regolare al momento del traversone e gol solo da applaudire.

45′ – 1 minuto di recupero.

SECONDO TEMPO

49′ – AMMONIZIONE ROBERGE – Brutto intervento di Roberge che entra con il piede a martello sulla caviglia di Caicedo. Calcio di punizione dal limite per la Lazio e giallo ineccepibile.

67′ – MANO SUMAH – Lulic chiede a gran voce un calcio di rigore per un tocco di mano in area da parte di Sumah. Il giocatore dell’Apollon, già a terra, si vede rovinare la palla addosso: l’estremità per un penalty non c’è. Decisione corretta da parte dell’arbitro.

73′ – AMMONIZIONE MAGLICA – Brutto fallo di Maglica su Acerbi. Il difensore, pronto al rilancio, viene steso dal suo avversario. Cartellino giallo giusto.

81′ – GOL MARKOVIC – L’Apollon raddoppia in contropiede. Ripartenza veloce a tre con Maglica lanciato verso la porta da Papoulis. Posizione regolare dell’attaccante che serve tutto solo Markovic (anche lui in linea) e a porta vuota deposita senza difficoltà.

86′ – AMMONIZIONE MARKOVIC – Fallo senza senso di Markovic su Cataldi. Il giocatore dell’Apollon interviene con il piede a martello sulla caviglia del capitano biancoceleste. Un fallo tanto inutile quanto brutto. L’arbitro estrae il giallo ma il rosso sarebbe stato il colore più appropriato.

90′ – 3 minuti di recupero.

Marco Barbaliscia

 



Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.