LA MOVIOLA, nella partita dei “non fischi” Abisso non sbaglia nulla: Badelj unico ammonito nella Lazio

LAZIO GENOA MOVIOLA – La Lazio ospita il Genoa all’Olimpico per la quinta giornata di Serie A. La squadra di Inzaghi arriva all’appuntamento con una striscia aperta di tre vittorie consecutive, due in campionato ed una in Europa League. I ‘Grifoni’, però, rappresentano storicamente un avversario ostico e il confronto è tra i più insidiosi del weekend. A dirigere la gara è stato designato Rosario Abisso, fischietto di Palermo che ha già diretto i biancocelesti in due occasioni. Al VAR, Maresca. Nel primo tempo la partita scorre senza grandi episodi ma l’arbitro è bravo soprattutto nei cosiddetti “non fischi”, lasciando giustamente correre su un paio di contatti nelle due aree di rigore. Nella ripresa Badelj prende l’unico giallo della partita tra le fila biancocelesti: regolare il gol di Piatek.

PRIMO TEMPO

6′ GOL CAICEDO – La Lazio trova il gol alla prima occasione: Milinkovic, autore dell’assist per l’ecuadoriano, è in posizione regolare al momento del lancio di Wallace. Bravo il guardalinee a non segnalare nulla, gol valido.

10′ AMMONIZIONE SPOLLI – Bell’uno-due tra Caicedo ed Immobile sulla trequarti, il numero 17 sfugge alla marcatura di Spolli che lo atterra da dietro. Cartellino giallo giusto, da regolamento.

22′ GOL IMMOBILE – Il raddoppio della Lazio porta la firma di Immobile: il pressing di Caicedo su Bessa non è falloso, da lì nasce l’azione che si conclude con l’assist di Parolo per il numero 17, partito in posizione regolare. Tutto buono, impeccabili le valutazioni della terna arbitrale.

35′ MANO GUNTER – Azione di calcio d’angolo: Leiva batte al centro, Milinkovic svetta di testa e la palla sbatte sul braccio di Gunter. Il tocco sembra, però, involontario in quanto il braccio era attaccato al corpo: giusta la decisione di Abisso di non fischiare nulla.

43′ CONTATTO LEIVA-HILJEMARK – Nell’area di Strakosha contatto dubbio tra Leiva ed Hiljemark, con il brasiliano che mette una mano sulla spalla dell’avversario. Il tocco, però, sembra lieve e il genoano si lascia cadere troppo facilmente. La palla, inoltre, non era giocabile: giusto, ancora una volta, non fischiare nulla e lasciar proseguire.

45′ – 3′ minuti di recupero.

SECONDO TEMPO

45′ GOL PIATEK – La Lazio si fa sorprendere pochi secondi dopo il fischio d’inizio della ripresa. Un rilancio di Acerbi sbatte sul corpo di Piatek che controlla la sfera e poi calcia da dentro l’area un destro che termina alle spalle di Strakosha. L’azione, ricontrollata poi al VAR, è regolare: la palla è stata controllata con il petto da Piatek e non con il braccio.

53′ GOL MILINKOVIC – Nulla da dire sul primo gol in campionato di Milinkovic: cross dalla sinistra di Lulic, il serbo svetta in area e di testa la mette all’angolino basso.

79′ AMMONIZIONE BADELJ – Il primo giallo in casa Lazio è per il croato Badelj: il centrocampista entra ruvido su Biraschi, giusta la sanzione.

89′ GOL IMMOBILE – La Lazio chiude la partita nel migliore dei modi, realizzando il quarto gol con Immobile: facile il tap-in del numero 17 dopo una corta respinta di Marchetti.

90′ – 3 minuti di recupero.

Marco Barbaliscia

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.