Lazio, con i soldi della cessione di Milinkovic addio debiti ed ipoteche: il piano di Lotito

CALCIOMERCATO LAZIO MILINKOVIC LOTITO – Il mercato in uscita della Lazio ruota intorno alla possibile cessione di due giovani telenti: Felipe Anderson e, soprattutto, Sergej Milinkovic. Mentre per il brasiliano l’affare con il West Ham ha subito una brusca frenata, la prestazione più che positiva del serbo all’esordio mondiale contro la Costa Rica, ha riaccesso i desideri del presidente ‘blancos’ Perez: il madridista sembra, al momento, l’unico che possa garantire a Lotito i 150 milioni richiesti. Ma se l’affare dovesse andare a buon fine, come reinvestirà questi soldi la Lazio? Secondo quanto riporta ‘Leggo’, nei piani della dirigenza biancoceleste non ci sono solo trattative di mercato.

DEBITI ED IPOTECHE – Il Presidente Lotito, infatti, potrebbe utilizzare una cospicua parte dell’incasso per estinguere il debito con il Fisco rateizzato nel 2005 dalla società. Il patron, nel 2004, ottenne, in applicazione della legge 178/02 la dilatazione del debito in 23 anni: 143,24 milioni da riconsegnare al Fisco con 23 rate da 5,65 milioni l’una. Per chiudere la pratica mancano dieci anni di pagamenti, quindi poco più di 56 milioni che Lotito potrebbe pagare in un’unica soluzione con i soldi della cessione di Milinkovic: questo consentirebbe alla Lazio, anche, di estinguere l’ipoteca che grava sul centro sportivo di Formello. Alla società, poi, rimarrebbe comunque un buon tesoretto da investire nel mercato e gli obiettivi, di certo, non mancano.

M.B.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.