Lazio-Frosinone, Inzaghi: “Gara da vincere a tutti i costi. Squadra cupa? No, ma dobbiamo fare tutti di più”

LAZIO FROSINONE CONFERENZA INZAGHI – Dopo i due ko con le big del campionato (Napoli e Juventus), la Lazio domani all’Olimpico avrà l’obbligo di vincere contro il Frosinone: la prima vittoria stagionale darebbe agli uomini di Inzaghi la scossa necessaria per ripartire. Intanto, oggi alle 14.30, dalla sala stampa di Formello il mister biancoceleste è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match. A margine dell’incontro, l’allenatore piacentino ha voluto dedicare un pensiero a Mario Facco, giocatore Campione d’Italia con la Lazio nel 1974 e venuto a mancare ieri dopo una lunga malattia: “Faccio le mie più sentite condoglianze alla famiglia: Mario lo conoscevo sia come commentatore televisivo della Serie C, sia come opinionista radiofonico. Era una bravissima persona e un gran laziale”.

LA GARA – “Domani partita importante da non sbagliare e da non sottovalutare, tutte le gare vanno preparate al meglio. Abbiamo analizzato le due sconfitte, sono state fatte cose buone ed altre meno. Ho visto i ragazzi che l’hanno analizzata nel modo giusto, tutti pensiamo che dovevamo fare di più. La vittoria ci potrà aiutare. Il campionato è finito lo scorso anno con una grande delusione nonostante la buona annata, probabilmente ci siamo portati qualche scoria dietro, e forse anche il calendario non ci ha aiutato col sorteggio. Da domani dobbiamo ricominciare a vincere e a muovere la nostra classifica, sapendo di incontrare una squadra che farà la sua partita. Il Frosinone dovremo affrontarlo col massimo rispetto ma con la convinzione che è una gara da vincere a tutti i costi.”

MOTIVAZIONI – “La squadra la vedo lavorare bene, è normale che quando sei in campo ci sono degli avversari. Napoli e Juventus probabilmente sarebbe stato opportuno affrontarli in un altro momento, ma sul calendario non ci posso far nulla. Abbiamo riflettuto sulle sconfitte, ho una squadra matura che ha analizzato quanto successo.”

CONFRONTO CON LO SCORSO ANNO – “Al momento mancano le vittorie, lo scorso anno avevamo avuto l’abilità di vincere alla Juventus stabilendo un record. Quest’anno ce la siamo andati a giocare, avremo potuto far meglio. L’episodio va tirato dalla propria parte, dovremo fare tutti quanti di più.”

SORTEGGI EUROPA LEAGUE – “Sorteggio tosto, ma c’è tempo per l’Europa League. Dovremo giocarci un girone nel migliore dei modi, lo scorso anno ci era andata bene, ma tutte le squadre che arrivano ai gironi qualcosa hanno fatto. Sarà un girone di tutto rispetto, ci penseremo a tempo debito.”

LONGO – “Mi fa piacere rivedere Longo, è un allenatore preparato che dà fisionomia alle proprie squadre. E’ meticoloso ed attento, ci metterà in difficoltà ma noi dovremo avere concentrazione e testa. Dovremo essere lucidi nel pensare prima alla giocata.”

MILINKOVIC E LUIS ALBERTO – “Arriveranno i gol anche per loro. Sono giocatori in crescita, Sergej si è unito più tardi al ritiro, Luis veniva da un infortunio. Si stanno allenando nel migliore dei modi, sono fiducioso.”

STATO D’ANIMO – “La partenza lenta è dovuta anche alle avversarie avute, a volte ci si dimentica. Qualche scoria senz’altro l’abbiamo riportata dalla chiusura dello scorso anno, ma sappiamo che le aspettative si sono alzate. Le altre squadre si sono migliorate, c’è grande attenzione ora sulla Lazio dopo due quinti posti ed una Supercoppa inaspettata. Il sorriso e la spensieratezza in questo momento l’ho visto sempre, le vittorie aiutano ad aumentare la propria autostima, in questo momento siamo pronti per centrare la prima.”

MARIO FACCO – “Ho avuto modo di conoscerlo, era un grande esperto di calcio ed un laziale vero. Condoglianze alla famiglia.”

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.