Lazio-Napoli dalla A… alla Z

LA PARTITA DALLA A ALLA Z – Stasera alle ore 20:45, nella 4^ giornata del girone di ritorno, il Napoli primo della classe affronterà allo stadio Olimpico di Roma i biancocelesti della Lazio. Mister Pioli vuole vincere per scacciare il momento no definitivamente, e avvicinarsi così al quinto posto, Sarri nemmeno a dirlo, punta a tenersi lontano dalla Juventus che incombe. Lazionews.eu, con la rubrica “La partita dalla A alla Z”, vi racconta il match con tutte le lettere dell’alfabeto.
A di Attacco migliore della Serie A. Il Napoli ha l’attacco migliore della Serie A e ha il capocannoniere che risponde al nome di Gonzalo Higuaín. Sarri ha però registrato anche la difesa che tanto aveva fatto penare i tifosi partenopei l’anno scorso: con 19 reti al passivo, il Napoli ha la terza migliore del campionato. I campani hanno dimostrato di poter segnare in qualsiasi momento della gara, ma le percentuali realizzative del secondo tempo sono migliori rispetto a quelle di inizio partita.

B di Bookmakers. La settima vittoria consecutiva del Napoli si gioca dunque a 1,90 su Snai, con il pareggio (centrato lo scorso anno in Coppa Italia) a 3,50. Sei gli Over messi in fila dagli ospiti, e anche stavolta l’esito alto è in leggero vantaggio, a 1,80 (per l’Under si sale a 1,90). Quattro delle ultime cinque sfide giocate all’Olimpico sono finite in Goal, stavolta a 1,75.

C di C’è positività, nonostante tutto. Lazio che non perde da ben sette gare. Gli uomini di Pioli in scia positiva aperta contro l’Inter (che allora era ancora tra le prime della classe), ora ha bisogno di vincere contro il Napoli per provare a rincorrere l’Europa. Dal canto loro i partenopei si presentano all’Olimpico da primi della classe, desiderosi di allungare l’ottimo periodo (6 vittorie consecutive) e mantenere a distanza di sicurezza la Juventus.

D di Da Higuain…a Higuain. L’ultimo precedente giocato a Roma tra le due è andato in scena un anno fa, a gennaio 2015: 0-1 il risultato finale, con la rete decisiva siglata da Higuaín. In totale però, sono 61 i precedenti giocati nella Capitale, con 27 a favore della Lazio. Sono 14 invece quelli a favore del Napoli, 20 il conto totale dei pareggi. L’ultimo successo campano risale come detto al 2015, mentre i biancocelesti hanno vinto l’ultima volta tra le mura amiche nella stagione 2011/2012 quando terminò 3-1 con le reti di Candreva, Mauri e Ledesma, e il gol dell’ex Pandev per gli ospiti.

E di Erano gli anni ’80. Campionato 1984\85. Il Napoli gioca all’Olimpico in un clima di distensione, complice una manifestazione contro la violenza negli stadi. Maradona viene marcato in maniera non del tutto garbata e la Lazio chiude la prima frazione con un goal di vantaggio. Nella ripresa Castellini si fa male ed è costretto ad abbandonare il campo. La cosa più bella, però, arriva grazie a una giocata improvvisa del Pibe de oro che, di punta, piazza il pallone sull’angolo più lontano, battendo il portiere laziale con la rete che vale il pari per il Ciuccio.

F di Fino ai giorni nostri. La partita del campionato 2013\2014 ha visto il Napoli trionfare all’Olimpico con un 4-2 tutto forza e qualità dei suoi attaccanti. Higuain e Callejon su tutti. La scorsa stagione, invece, la sfida di Roma ha riproposto il tema Champions, col Napoli corsaro grazie a una segnatura di potenza del Pipita. Ai fini della classifica finale, però, quella vittoria non basterà, perché all’ultima giornata, complice un errore dal dischetto proprio di Higuain, la Lazio espugnerà il San Paolo nella gara decisiva per la qualificazione al preliminare della massima competizione europea per club. Lazio e Napoli, sin dai tempi di Clerici e Chinaglia, raramente giocano per poco.

G di Genesi. La prima sfida in Serie A risale al 19/01/1930, si disputò al vecchio Stadio della Rondinella e terminò con la vittoria del Napoli per 0 – 2 con i gol di Mihalich e Attila Sallustro. La prima sfida allo Stadio Olimpico, invece, si giocò il 18/10/1953 quando il Napoli di Monzeglio battè 0 – 4 la Lazio di Sperone grazie alle reti di Vitali, Granata e alla doppietta di Hasse Jeppson.

I di Irrati. L’incontro sarà diretto dall’arbitro Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia, assistito da Padovan e Costanzo. Gli arbitri di porta saranno Giacomelli e Pinzani, mentre Posado sarà il quarto uomo.

L di La soluzione è vincere. “L’avversario ha valori altissimi, giochiamocela con attenzione, servirà grade precisione tecnica e tattica, ma la Lazio ha le qualità per fare questo tipo di gara. Il nostro obiettivo è vincere con il Napoli, è nelle nostre corde: se giochiamo come contro Inter, Fiorentina e gran parte della partita con la Juventus possiamo farcela. Con le squadre più chiuse abbiamo trovato difficoltà, con gli azzurri sarà una gara diversa”. Queste le parole di mister Pioli in conferenza stampa.

M di Murgia in panchina. Al termine dell’allenamento odierno, mister Pioli ha stilato l’elenco dei convocati. Confermato Djordjevic nonostante l’infortunio rimediato a Udine. Restano a casa Kishna e Bisevac, mentre viene chiamato il primavera Murgia: le assenze hanno costretto il mister biancoceleste a pescare dai ragazzi di Inzaghi.

N di Napufl’è…essere primi della classe. Dopo 22 giornate di campionato, il Napoli è in testa alla classifica con 50 punti conquistati (15 vittorie, 5 pareggi, 2 sconfitte, 50 gol fatti e 19 subiti). La Lazio, invece, con 32 punti (9 vittorie, 5 pareggi, 8 sconfitte, 29 gol fatti e 30 subiti) occupa il 8° posto in graduatoria.

O di Orgoglio azzurro. Questa sera, la Stazione Termini di Roma poteva senz’altro essere scambiata per la Stazione Centrale di Napoli. Più napoletani che tifosi biancocelesti, questa la possibile situazione di stasera all’Olimpico.

P di Petkovic. Vladimir Petkovic, commissario tecnico della Svizzera, ha parlato ai microfoni di Radio Crc: “Lazio-Napoli è una partita importante e da sempre calda. Ho bei ricordi relativi ai match disputati tra queste due squadre, in particolare quella che finì 1-1 quando per il Napoli segnò Campagnaro. Domani si affronteranno nuovamente in una partita che sarà importante per entrambe le formazioni perché il Napoli vorrà vincere per tenere inalterata la distanza dalla Juventus mentre la Lazio ha bisogno di punti validi per un posto in l’Europa”.

Q di Quanti assenti. Non sarà facile con otto assenze, Bisevac, Radu, Biglia più gli squalificati Cataldi, Milinkovic-Savic e Matri, affrontare il Napoli primo della classe. Marchetti torna a difendere la porta dopo l’infortunio, Hoedt affianca Mauricio al centro della difesa, Basta e Konko si muovono sulle corsie esterne. A centrocampo le scelte sono praticamente obbligate, gli unici uomini a disposizione del tecnico sono Parolo, Onazi e Lulic. Dopo cinque panchine consecutive Felipe Anderson potrebbe tornare titolare, il brasiliano resta in leggero vantaggio su Keita, con Candreva sull’out destro e Klose a guidare il tridente d’attacco.

R di Regini tra i convocati. Terminata la rifinitura Sarri ha diramato la lista dei convocati del Napoli anti-Lazio. Regini, appena arrivato in prestito dalla Sampdoria, viene inserito dal tecnico nella lista dei giocatori che andranno a sfidare i biancocelesti. Il difensore potrebbe partire dalla panchina e magari subentrare a gara in corso.

S di Squalifiche. Tre cartellini pesantissimi al “Friuli”: Cataldi e Milinkovic erano diffidati, si sono beccati il giallo nella ripresa. E poi il rosso a Matri nei minuti finali di gara che è costata all’attaccante la squalifica per due giornate.

T di Tabellino. In totale sono 119 le partite in serie A tra la squadra la Lazio e il Napoli. Il tabellino è favorevole ai partenopei con 43 vittorie contro le 36 della Lazio, 40 sono invece le volte in cui le due squadre si sono divise la posta in palio. Nel corso di questi 119 match le due squadre hanno totalizzato 302 gol: 157 il Napoli, 145 la Lazio. Nei 59 incontri disputati a Roma il tabellino è invece favorevole ai padroni di casa con 26 vittorie, 19 pareggi, 14 sconfitte, 84 gol fatti e 60 subiti.

U di Una partita importante. Stefano Pioli ha fatto il suo esordio da allenatore di prima squadra sulla panchina della Salernitana il 17/08/2003 in un Salernitana – Napoli di Coppa Italia finito 0 – 0.

V di Vittorie Olimpiche. La più recente affermazione della Lazio in casa contro il Napoli risale al 7 aprile 2012 in occasione della 31^ giornata del torneo 2011/12. Al triplice fischio l’incontro terminò con la vittoria della Lazio con il risultato di 3-1. L’ultima vittoria del Napoli allo stadio Olimpico contro la Lazio risale invece all’ultima giornata del girone di andata dello scorso torneo, esattamente al 18 gennaio 2015. In quella circostanza gli azzurri espugnarono il campo dei biancocelesti con una rete siglata al 18° minuto del primo tempo da Gonzalo Higuain.

Z di Zero a 5. Nel match di andata di questo torneo, disputato lo scorso 20 settembre allo Stadio San Paolo, i partenopei si aggiudicarono l’intera posta in palio superando la Lazio con un secco 5-0 (14° Higuain, 35° Allan, 47° Insigne, 59° Higuain,79° Gabbiadini)

Michela Santoboni 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.