Mandorlini si lamenta: “Rigore ingiusto, non meritavamo di perdere. Il cuore non è bastato”

INTERVISTE POSTGARA – Tutte le dichiarazioni del tecnico gialloblù Mandorlini al termine del match tra Verona e Lazio.

MANDORLINI A SKY SPORT

“Abbiamo subito su due palle ferme, purtroppo l’errore ci stava. Ma per atteggiamento posso solo elogiare i miei ragazzi. Oggi contava la partita, eravamo passati in vantaggio meritatamente subendo pochissimo, ma gli episodi sono stati determinanti come a Milano”.

MANDORLINI A RAI SPORT 

“Abbiamo fatto la gara con i nostri strumenti, ci mancano tanti giocatori soprattutto nel reparto offensivo. Abbiamo messo tanto cuore, abbiamo peccato nel finale di questa gara, abbiamo subito un rigore un po’ generoso e sulla punizione abbiamo subito un gol evitabile. Possiamo e dobbiamo fare meglio. Abbiamo fatto la gara che dovevamo fare con le nostre emergenze, il cuore non basta e negli episodi fondamentali abbiamo fatto degli errori. Ogni partita è importante in questo momento di difficoltà ed emergenza, mancano tanti giocatori ma guardiamo avanti per tirare il meglio da ogni gara. Oggi non ci siamo riusciti, speriamo di poterlo fare nella prossima gara”.

MANDORLINI A MEDIASET PREMIUM

Partita difficile con tutti gli infortuni…

“Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. Di carattere e cuore, siamo stati ordinati. Sul rigore potevamo fare meglio e sulla punizione la barriera si è aperta. Non meritavamo di perdere, anche per tutti gli infortuni. Il calcio è così. Il rigore poteva anche non esserci, ma ormai è andato”.

Sulla barriera che si è aperta…

“Sul finire di gara è mancata lucidità, ma succede a noi e a squadre più importanti. Per come si è aperta la barriera potevamo solo prendere gol e così è stato”.

Sul rigore della Lazio…

“Per me il rigore non c’è, la gamba sinistra non tocca Keita. La gamba sinistra è sotto il piede di Sala, assegnato ingiustamente”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.