MARIENFELD. Ripert: “In questa fase grande intensità. Il gruppo è unito, sono tutti gran lavoratori”

MARIENFELD RIPERT – Terminato l’allenamento pomeridiano del quarto giorno di ritiro a Marienfeld, il preparatore atletico della Lazio Fabio Ripert è intervenuto ai microfoni del canale telematico biancoceleste per commentare l’andamento della preparazione.

BASTA – “Basta è un professionista, è molto minuzioso”.

RITIRO MARIENFELD – “Prima della partita con il Napoli faremo un’altra seduta a Roma. Qui faremo 11 sedute e punteremo più sull’intensità e meno sul volume per portare i ragazzi ad una condizione brillante. Milinkovic, Caceres, Correa, Badelj e Anderson stanno facendo un mini-ritiro. Hanno avuto i mondiali e stiamo mirando la preparazione per farli essere pronti per la partita con il Napoli. Abbiamo ben distribuito i carichi, domani la mattina sarà libera e di pomeriggio faremo una partita, mentre venerdì ci sarà doppia seduta e sabato rifinitura per la partita con il Borussia. In questa fase l’intensità è maggiore e il gesto tecnico e motorio è importante. Bisogna portare la squadra ai ritmi giusti”.

SQUADRA – “La squadra sta rispondendo molto bene, mi piace come lavoro e come gruppo, sono tutti lavoratori e questo facilita il nostro lavoro che così è migliore. Per noi è sempre più facile lavorare con loro conoscendoli ormai caratterialmente e fisicamente. Loro ci aiutano a svolgere la programmazione del ritiro. Adesso finirà questa fase e da lì lavoreremo molto sull’individualizzazione dell’allenamento sui ragazzi mantenendo il fitness fino alla prima pausa. In gergo comune diciamo che “stanno immagazzinando la birra”. Risponderanno in maniera giusta a tutti gli obiettivi. Ogni giorno che passa vedo un gruppo più compatto e unito, anche con lo staff sono molto legati”.

PARTENZA – “Non ho mai creduto in partenza sprint o diesel: penso che i ritiri siano importantissimi per rimettere in moto i ragazzi e metterli in condizioni migliori. Mano a mano che passano i giorni loro entrano in condizione. Partiremo con il piede giusto e la voglia di poter fare bene”.

RENDIMENTO – “Questo è il terzo anno che facciamo il ritiro insieme, è sempre più facile e c’è molta più precisione soprattutto per quanto riguarda l’individualità dei carichi dei ragazzi. Conoscendoli li indirizzi in maniera migliore”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.