MARTA LEDESMA: “Con il cuore auguro a CRISTIAN di rimanere alla LAZIO, con la mente di giocare”

NOTIZIE LAZIO – Cristian Ledesma non sta trovando molto spazio nella Lazio di quest’anno, ma il numero 24 rimane sempre nel cuore dei tifosi. Sua moglie Marta è stata contattata da Tuttomercatoweb.com per parlare di suo marito e della loro storia d’amore. Questo un estratto delle sue parole:

Come ti ha conquistato?
“Con la dolcezza, ma soprattutto con la costanza. Ci vedevamo in posti e in orari impossibili, devo ammettere che mollava tutto e tutti per fiondarsi da me, anche solo per vedermi dieci minuti. All’epoca lui viveva a Lecce (giocava nella Primavera) ed io fuori città”.

C’è un suo difetto che non sopporti?
“La testardaggine. Soprattutto se lo contraddici è veramente dura spuntarla, ma ammetto di riuscirci spesso”.

Com’e nella vita privata Cristian Ledesma?
“Un marito e un papà molto presente, premuroso, dedica a noi tutto se’ stesso nel non molto tempo libero che ha. E poi è la mia roccia, quando c’è lui accanto a me, mi sento in una botte di ferro”.

Com’e’come papà?
“Scherzoso, giocherellone, simpatico. Ma ci sono momenti in cui è autorevole e molto esigente. Diciamo che quella che si fa mettere i piedi in testa dai figli sono io….lui riporta l’ordine”.

Qual è il suo piatto preferito?
“Non ci piove: l’Asado argentino ossia la carne arrosto che sanno preparare solo loro. Infatti l’addetto al barbecue è necessariamente lui; solo in quel caso gli cedo l’onore di cucinare”.

Come trascorrete il tempo libero?
“Come dei treni in corsa dietro ai nostri figli: calcio, danza, corsi d’inglese, feste….non c’è un giorno di pausa con loro! E noi li seguiamo in prima persona, confesso di non aver mai avuto una baby sitter”.

Cosa gli auguri per la sua carriera?
“Ragionando col cuore di rimanere alla Lazio fino a fine carriera, perché so che il suo desiderio è sempre stato questo; con la mente invece di andare in una squadra dove può giocare un po’ di più visto che nella squadra del suo cuore purtroppo non c’è più molto spazio per lui. E da grande stakanovista qual è so quanto gli sta costando”.

Prima di salutarci Marta vogliamo ricordare Giorgia la bimba che hai a cuore e che purtroppo deve subire un intervento delicato , cerchiamo di sensibilizzare i lettori affinché possano dare tutti una mano alla piccola Giorgia?
“Ti ringrazio per questa domanda. Giorgia è una bambina di Lecce di 6 anni e soffre di una malattia molto rara la “Sindrome di Berdon” che colpisce l’apparato digerente immobilizzandone il funzionamento perciò non può mangiare, se non artificialmente. Io e Cristian stiamo combattendo al fianco della mamma Elisa per riuscire a portarla a Pittsburgh negli USA dovrò affronterà un trapianto multi-organo molto complicato. Lo Stato Italiano pagherà l’intervento, ma non penserà a tutto il resto. La cifra necessaria per vivere 4 anni in America (calcolando la lista d’attesa e il post operatorio) è di 800.000 €, ed è così elevata perché per stare in America da non residenti bisogna avere un’assicurazione privata completa. Su Facebook basta andare sulla pagina “Aiutiamo Giorgia” e nel box informazioni si trovano tutti i dati necessari per fare una piccola, anche piccolissima, donazione a questa dolcissima bimba”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.