MONDIALI 2018. La Russia inaugura il torneo con una manita, Arabia Saudita ko: domani il primo ‘big match’

MONDIALI 2018 RUSSIA ARABIA SAUDITA – Non poteva iniziare meglio il Mondiale per la Russia padrone di casa: la squadra di mister Čerčesov strapazza l’Arabia Saudita nella partita d’esordio del torneo, vincendo con un sonoro 5 a 0. La festa sugli spalti era iniziata già prima del fischio d’inizio della partita con lo spettacolo della cerimonia d’apertura: la voce di Robbie Williams e il ‘Fenomeno’ Ronaldo hanno acceso i cuori degli oltre 80mila spettatori presenti allo stadio ‘Luzhniki’ di Mosca. Iker Casillas e la modella russa Natalia Vodianova hanno portato in campo la ‘Coppa del Mondo’, poi i riflettori si sono accesi sul primo match del torneo.

LA PARTITA – L’Arabia Saudita vista qualche giorno fa in amichevole contro l’Italia aveva fatto intendere che la formazione avesse diverse lacune da risolvere e la Russia, quest’oggi, le ha rese tutte evidenti: dopo appena 12 minuti Gazinsky realizza il primo gol di questo Mondiale: il centrocampista, tutto solo sugli sviluppi di un corner, ha il tempo di prendere la mira e battere di testa Al Muayouf. La squadra di Čerčesov controlla i ritmi per tutta la prima frazione, dando l’impressione di voler difendere il risultato più che trovare il raddoppio ma prima dell’intervallo un episodio sfortunato si trasforma in “oro” per i russi: Dzagoev esce per infortunio, Cheryshev entra al suo posto e si prende subito la scena. Al 43′ il calciatore del Villarreal raddoppia con una magia: leggero tocco sotto per liberarsi di due difensori e sinistro ravvicinato all’incrocio dei pali. Nella ripresa la partita s’accende e la Russia mostra talento e spettacolo: l’Arabia si vede un paio di volte in area di rigore avversaria mentre i “rossi” sono ben più pungenti. Al 71′ arriva il tris: cross dalla destra e colpo di testa vincente di Dzyuba. Il 4-0 è ancora di Cheryshev, migliore in campo: controllo in corsa ed esterno di sinistro sul secondo palo imprendibile per Al Muayouf. Nel recupero c’è tempo anche per una spettacolare punizione di Golovin, obiettivo della Juve, che fissa il punteggio sul definitivo 5-0.

LA SITUAZIONE – La Russia si porta così al comando del ‘girone A’ con tre punti, in attesa della sfida di domani tra Egitto ed Uruguay che già potrà risultare determinante per i destini del gruppo. E se non vi bastasse vedere in campo Salah contro il laziale Caceres, allora c’è solo che da rimanere sintonizzati: alle 20:00 sarà la volta di Portogallo-Spagna, primo ‘big match’ di questa Coppa del Mondo. Emozioni infinite, spettacolo “mondiale”: e siamo solo all’inizio.

Marco Barbaliscia 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.