ODDO: “Vittoria nel derby fondamentale per morale e classifica, bisogna puntare al 3° posto”

ODDO: “Vittoria nel derby fondamentale per morale e classifica, bisogna puntare al 3° posto”

L’ex difensre biancoceleste ha commentato ai microfoni di Radio Incontro il successo laziale nella stracittadina

 

 (getty images)

Il difensore del Lecce in prestito dal Milan, Massimo Oddo, ex giocatore biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro.

Partiamo dal derby e la vittoria della Lazio.

“E’ stata una vittoria importantissima quella dei biancocelesti, perchè ha staccato le dirette concorrenti e fatto salire il morale della squadra. Un successo fondamentale per il buon proseguimento del campionato e per il terzo posto di cui tutti parlano. Devo essere sincero nel dire che la cosa formidabile è che nessuno si sarebbe aspettato e anch’io ero scettico nel vedere la Lazio in questo posto in classifica. Devo fare i complimenti a tutta la squadra. Mi aspettavo di vedere altre squadre tipo l’Inter visto il potenziale superiore. Adesso La Lazio può viaggiare sulla ali dell’entusiasmo anche per aver battuto una sua diretta concorrente. È una squadra cinica e preparata, che ha dimostrato di saper affrontare il campionato”.

Si puo pensare a qualcosa di più, come lo scudetto, anche in luce alle dichiarazione di Reja?

“Ci si puo anche pensare finchè sei a tre punti dalla juve e sei in quella posizione in campionato. Ma in questo momento credo che la maggior preoccupazione della squadra debba essere la champions legue, ma nel calcio non si sa mai.
A qualche giorno dalla fine del campionato si potranno tirare le somme, con la massima umiltà che l’ha sempre contraddistinta”.

Un tuo giudizio su Klose?

“Beh per lui parla il campo. Se un giocatore fa così bene può solo voler dire che è un campione. È un giocatore completo, forte di testa, tatticamente e che sà segnare. Quando si scende in campo per marcarlo bisogna farsi il segno della croce e sperare che vada bene”.

Come esce la Roma dal derby?

“Perdere un derby così fa male, ma bisogna subito rialzarsi, essere concentrati e non farsi prendere dall’ansia. La roma è ancora un cantiere aperto con ,molti giovani e ,sinceramente, mi aspettavo un andamento altalenante come quello che ha avuto finora. Nonostante tutto i giallorossi giocano un bel calcio quando sono in giornata, e hanno un mister con le idee giuste”.

Come sta andando il tuo Lecce dopo l’arrivo di Cosmi?

“Dall’ arrivo del mister stiamo facendo benissimo, abbiamo fatto punti e recuperato strada, i nostri diretti concorrenti non possono di certo dormire sonni tranquilli; per noi contava non staccarci. Ora siamo un’altra squadra sul profilo mentale e possiamo lottare fino alla fine”.

Di Bertolacci cosa puoi dirci?

“Bertolacci ha talento. Per i suoi 20 anni, ha grandi qualità e un buon futuro, tutto quanto considerando anche che non ha giocato moltissimo”.

Qual’è il tuo ricordo più bello del derby?

“Beh il derby è la partita dell’anno che può salvare un’intera stagione; poi quando conta sul profilo della classifica come stavolta vale ancora di più. Il mio ricordo più bello e vivo è il 3 a 0, quando segnai anch’io, ricordo che fù un’esperienza bellissima”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.