Pancaro: “Lazio, puoi competere per la Champions”. E sui punti di forza…

PANCARO LAZIO INTERVISTA – Giuseppe Pancaro, intervenuto ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste, è tornato a parlare della squadra biancoceleste e non solo: “L’inizio è stato difficile più per il calendario che per altro. Perdendo due partite poi è aumentata anche la pressione ma col Frosinone la squadra è ripartita bene. Sono fiducioso perché la Lazio ormai è da due anni che fa bene, sul mercato si è comportata bene e Simone è un allenatore molto preparato. L’ambiente laziale ha dei pro e dei contro perché non è facile adattarsi ma quando poi gira bene succede quello che è successo la scorsa stagione, si riempie lo stadio e arrivano tante soddisfazioni. Come dicevo prima vedo i presupposti per fare come l’anno scorso. Milan e Inter si sono rinforzate ma la Lazio può competere con queste squadre”.

ORGANICO: “Numericamente quest’anno c’è la possibilità di far ruotare i giocatore. L’organico è stato completato con l’arrivo di nuovi profili. Questo è un buon fattore per arrivare a fine stagione non stremati e Simone è molto bravo nella gestione dei suoi ragazzi. Il modulo? Secondo me Inzaghi ha trovato delle certezze con il 3-5-2. È un modulo con cui ha ottenuto buoni risultati ed è giusto che riparta da quello, poi lui è una persona intelligente e non credo che si vincoli ad un solo modulo. Però ripeto che sta facendo bene e credo sia giusto ricominciare da dove aveva finito lo scorso anno”.

CHAMPIONS: “La delusione del mancato approdo in Champions c’è. Purtroppo è stata una delusione che ha coinciso con la fine del campionato. Il bello del calcio è che c’è la possibilità di rifarsi subito dopo. Quindi ora è solo questione di tempo per smaltire la delusione e ripartire. Quest’anno ha le stesse chance dell’anno scorso, perché Juventus a parte, le altre non sono imbattibili. Poi è chiaro che i giudizi li dà il campo ma secondo me è ha buone opportunità”.

FASCE: “C’è una batteria molto forte per tecnica, velocità, esperienza. Sono tutti giocatori affidabili, tre per fascia. Ulteriore conferma del buon comportamento societario, è molto utile aver la possibilità di far ruotare i giocatori. Poi secondo me sono tutti giocatori molto forti”.

MILINKOVIC: “La sua è una bella storia. È cresciuto nella Lazio ed è diventato uno dei più forti al mondo. Per questo lui ne è riconoscente ma anche la società ha dei meriti. Riconfermarlo significa riconfermare quanto di buono fatto l’anno scorso”.

IL PUNTO DI FORZA: “Il mister fa la differenza, questo è certo. Non voglio scegliere un reparto, non dico né difesa, né centrocampo, né attacco. A mio avviso il punto di forza di questa squadra è l’organico. Il gruppo fa sempre la differenza”.

EMPOLI: “Un campo ostico che ci precluse lo scudetto quando giocavo io alla Lazio. L’Empoli oggi è una squadra che gioca e che permette di giocare, non si chiude come fanno molte altre squadre del campionato. Questo potrebbe essere un aspetto tattico a favore della Lazio. Ma attenzione perché partite facili non esistono in Serie A”.

EUROPA LEAGUE: “Un girone impegnativo, molto competitivo. Ci sono squadre che hanno una storia in Champions, ma questa Lazio ha tutte le carte in regola per passare il turno. Ha anche l’esperienza dell’anno scorso in Europa e in queste partite l’esperienza è davvero fondamentale”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.